Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Alimentazione corretta in gravidanza: cosa mangiare e i cibi da evitare

Sì ai formaggi, perché forniscono calcio e proteine, no a quelli molli e al latte crudo. Si al pesce, ma evitate quelli di grandi dimensioni. Niente carne cruda e uova solo cotte. Lavate bene frutta e verdura.

Condivisioni

ALIMENTAZIONE CORRETTA IN GRAVIDANZA –

L’alimentazione è un fattore decisivo per avere una buona gravidanza. Ma non bisogna esagerare con le ossessioni e con la paura di ingrassare: i chili in più che sono permessi possono arrivare fino a 8-10. Se andate oltre vi esponete ad alcuni rischi come, per esempio, l’ipertensione, l’affaticamento del cuore e il diabete. Come scegliere i cibi giusti e scartare quelli che possono provocare danni? Ecco tutte le risposte che vi servono, cibo per cibo, che abbiamo riassunto ascoltando diversi esperti. Fate attenzione alle varie distinzioni: i formaggi, per esempio, servono per il calcio, ma evitate quelli molli (come brie e gorgonzola) e il latte crudo. Il pesce fa bene alla donna e al bambino, ma scartate quello di grandi dimensioni: ha più probabilità di contenere mercurio. E niente molluschi, pericolosi in quanto possibili vettori della salmonella e del virus dell’epatite A.

LEGGI ANCHE: Gravidanza, i consigli per sentirsi belle e in forma e per evitare rischi al bambino

Per fornire al nascituro il giusto apporto nutrizionale ma anche per prevenire un eccessivo aumento di peso e per tenere sotto controllo le nausee e gli attacchi di fame, è quindi fondamentale prestare attenzione alla qualità e alla quantità degli alimenti e ai loro principi nutrizionali.

  • In particolare, per quanto riguarda l’aumento corretto del peso, la gestante, durante i primi tre mesi di gravidanza dovrebbe conservare il proprio peso ideale stabilito in base all’età, all’altezza e alla costituzione. Successivamente,  l’aumento dovrà essere graduale fino a raggiungere, al momento del parto, un massimo di 8-10 kg in più rispetto al peso di inizio gravidanza.
  • Durante il primo trimestre di gravidanza è bene avere una dieta varia ed equilibrata con particolare attenzione all’apporto proteico, vitaminico e salino. Importante non aumentare la quota calorica complessiva: non è vero il detto popolare secondo il quale una donna incinta deve mangiare per due, piuttosto controllate periodicamente il peso corporeo in modo da evitare un eccessivo aumento di peso.
  • Le proteine devono provenire da carne, pesce, uova e formaggi. Siccome il primo trimestre è quello maggiormente interessato da nausee e intolleranze, è bene sostituire l’ingrediente sgradito con altri di pari valore nutritivo.
  • Da tenere sotto controllo gli attacchi di fame in quanto responsabili dell’incremento di peso. È pertanto necessario limitare le quantità di alimenti ricchi di glucidi come pane, pasta e dolci, a cui spesso si ricorre per saziare questi attacchi di fame.
  • A partire dal secondo trimestre, l’aumento dei tessuti materni e la crescita del feto determinano un incremento del fabbisogno calorico e proteico. Le proteine sono infatti fondamentali per la costruzione dei tessuti del nuovo organismo. Stessa cosa per i sali di calcio e il fosforo, entrambi necessari per la formazione dello scheletro e per il ferro, indispensabile per la formazione dei globuli rossi del sangue.
  • Ma non aumenta solo il fabbisogno di calcio, fosforo e ferro ma anche quello di vitamine, soprattutto la A  e la D presenti in abbondanza nella frutta, nella verdura e nei cereali integrali.
  • Per quanto riguarda invece i glucidi, il loro fabbisogno aumenta con l’avanzare della gravidanza, parallelamente all’aumento di dispendio energetico che la gravidanza comporta ma anche in relazione al livello di attività fisica e lavorativa della gestante. E’ opportuno dare la preferenza agli amidi come pane, pasta, patate, cereali e legumi rispetto agli zuccheri semplici (zucchero e dolci).

CHE COSA MANGIARE IN GRAVIDANZA –

Ecco quali sono gli alimenti che non devono mai mancare nell’ambito di una dieta sana ed equilibrata:

  • Frutta e verdura
  • Carboidrati (pane, pasta, riso, orzo, patate)
  • Proteine (pesce, carne, legumi, uova)
  • Latte e derivati del latte come formaggi e yogurt
  • Alimenti ricchi di fibre

DIETA ALIMENTARE CORRETTA IN GRAVIDANZA –

E una serie di consigli pratici per una corretta alimentazione durante i mesi di gravidanza:

  • Cercate di fare almeno 5 pasti al giorno: colazione, pranzo, cena e due spuntini.
  • Scegliete soprattutto alimenti freschi in modo da mantenere inalterato il contenuto di vitamine e sali minerali.
  • Evitate cibi precotti o conservati in scatola in quanto possono contenere additivi e conservanti.
  • Evitate i cibi di origine animale crudi o poco cotti e gli insaccati.
  • Eliminate le bevande alcoliche e limitate il consumo di caffè.
  • Bevete almeno 2 litri di acqua al giorno.
  • Evitate caramelle, bevande zuccherate, cioccolato, cibi fritti e condimenti molto elaborati.
  • Riducete al minimo il consumo di carboidrati raffinati come zucchero, dolci e gelati e consumate modiche quantità di pasta, pane, patate.
  • Per quanto riguarda invece il pesce evitate il consumo di molluschi e crostacei e scegliete soprattutto sogliola, merluzzo, nasello, trota, palombo, dentice, orata cucinati alla griglia o al cartoccio o al vapore o in umido. Da evitare anche i pesci conservati sott’olio o in salamoia.
  • Limitate il consumo di uova, non più di 2 a settimana.
  • Smettete di fumare.

PER APPPROFONDIRE: Yoga in gravidanza, tutti i benefici

LEGGI ANCHE: