Cosa mangiare quando fa molto caldo

Tante insalate, pasta fredda, carni magre e pesce, yogurt, frullati, macedonie e soprattutto tanta frutta e verdura di stagione: come combattere il grande caldo con l’alimentazione

La prima difesa contro il grande caldo e l’afa opprimente, dobbiamo costruirla a tavola. Scegliendo cibi leggeri e nutrienti, non sprecando salute con piatti inadatti alle temperature alte, ricordandoci che servono, in questi momenti, poche proteine e molta acqua. Tante insalate, pasta fredda, carni magre e pesce, passati di legumi, yogurt, frullati, macedonie e soprattutto tanta frutta e verdura di stagione ricca non solo di acqua ma anche di carotenoidi, sostanze importanti per la protezione della pelle dai danni che possono verificarsi a causa dell’esposizione al sole: sono questi gli alimenti che vi permetteranno di contrastare l’afa estiva e allo stesso tempo mantenervi in linea.

insalate di pasta

Bevande per combattere il caldo estivo

Bevete inoltre almeno 2 litri di acqua al giorno ed evitate il consumo di bibite gassate e zuccherate. Evitate di pranzare spesso con il gelato in quanto carente dal punto di vista del quantitativo di vitamine e carboidrati: meglio optare per un pasto leggero da concludere poi con una piccola porzione di gelato.

Gli alimenti per combattere il caldo

Vediamo allora quali sono i cibi anti-caldo che durante la bella stagione non dovrebbero mancare sulla vostra tavola:

  • La zucchina. Si tratta di un ortaggio con un bassissimo valore calorico, composto per il 95 per cento da acqua. Ottima fonte di minerali (potassio, ferro, calcio e fosforo) e di vitamina A, vitamina C e carotenoidi, è in grado di favorire l’abbronzatura. Qui tutte le nostre indicazioni per coltivare le zucchine in vaso sul balcone.
  • Il cetriolo. Costituito per il 96 per cento di acqua, contiene anche vitamina C, aminoacidi e sali minerali importanti come potassio, calcio, fosforo e sodio. Ammorbidisce la pelle rendendola più bella ed elastica, è un buon diuretico, rinfresca ed ha un’azione disintossicante. Un rimedio naturale utile anche per contrastare l’inestetismo delle occhiaie.
  • La menta. Perfetta sotto forma di tisana in caso di disturbi digestivi, la menta è una pianta utile anche in caso di mal di testa e raffreddore, gastriti e crampi allo stomaco. Adoperatela per impreziosire i vostri piatti unici estivi.
  • Il melone. Idratante e rinfrescante, il melone è composto per il 90 per cento di acqua ed un’ottima fonte di  vitamina A e C, fosforo e calcio. L’alta percentuale di potassio presente nella sua polpa ha effetti benefici anche sulla circolazione e sulla pressione arteriosa. Potete utilizzarlo anche per la preparazione di piatti creativi con cui convincere i bambini a mangiare la frutta.

macedonia di frutta

  • La pesca. Composta per l’87 per cento di acqua, la pesca contiene  potassio e ferro ed è ricca di  vitamina C. Leggermente lassativa e diuretica, ha proprietà rinfrescanti e disintossicanti. Grazie alla presenza di calcio e potassio, è anche mineralizzante, tonificante e ricostituente, ottima per rafforzare denti e ossa, oltre a proteggere la pelle e gli occhi grazie alla presenza di betacarotene. Utilizzatela per preparare un delizioso centrifugato o tanti gustosi e sani ghiaccioli fai da te.
  • L’anguria. L’anguria, o cocomero, è il frutto estivo per antonomasia. La sua polpa di colore rosso è ricca di carotenoidi, sostanze antiossidanti fondamentali per contrastare i radicali liberi. È costituita per oltre il 90 per cento di acqua ma contiene anche una grande varietà di vitamine A, C, B e B6, e di sali minerali come potassio e magnesio, ottimi alleati per  combattere il senso di spossatezza che ci assale in estate. Questa caratteristica, insieme all’elevato contenuto di acqua, rende l’anguria un alimento dissetante, disintossicante e diuretico, motivo per cui è indicata in caso di ritenzione idrica, ipertensione, cellulite e gonfiori alle gambe. Ecco tutti i consigli per sceglierla buona. 
  • Il pollo. La star delle carni light. Ha un buon contenuto  proteico a cui associa un certo quantitativo di sodio, potassio, fosforo, magnesio, ferro, selenio e vitamine B1, B2 e PP. E’ molto digeribile.
  • La sogliola. La sogliola è magra, molto digeribile, ricca di proteine. Ha un sapore molto delicato ed è indicata anche per l’alimentazione dei bambini. Ecco come utilizzarla per la preparazione di tante deliziose polpette.

A colazione

Il caldo non è un buon motivo per rinunciare alla prima colazione. Anzi. Evitate però un eccesso di zuccheri e di grassi (niente burro, per esempio), e puntate su yogurt, marmellata senza zuccherofrutta fresca e cereali. Come prodotto salato, scegliete un formaggio fresco, non esagerando con la porzione.

A pranzo

Il pranzo deve essere molto leggero. In estate è importante evitare panini pesanti (tipo prosciutto e mozzarella) e in generale gli insaccati. Scegliete insalate fresche e leggere, frutta di stagione, piadine con hummus di ceci o di melanzane, pesce in bianco. A pranzo solo acqua, rinunciate a vino e birra.

A cena

La cena ideale in estate è quella della dieta mediterranea: poca pasta (non tutti i giorni), pesce, carne bianca, frutta e verdura. Concedetevi qualche sfizio estivo, come la parmigiana di melanzane o di zucchine

Che cosa mangiare quando fa caldo?

Ci sono cibi e bevande da evitare in modo particolare con il caldo.
  • Gli insaccati, ricchi di grassi e di sale che spinge a bere rischiando di disidratarsi.
  • Super alcolici e bevande zuccherate. Fanno sudare e non dissetano.
  • FrittureAumentano il colesterolo ma innanzitutto il lavoro del fegato e fanno sudare.
  • Carni alla griglia. Sono fonti di grassi saturi e di sale.
  • Alimenti precotti. Troppo ricchi di conservanti e di sale.
  • Cibi speziati e piccanti. Anche questi possono aumentare, e di molto, la sudorazione.

Quanta acqua bere al giorno quando fa caldo?

Durante l’anno dobbiamo bere circa due litri al giorno di acqua, ma con l’estate questo dosaggio aumenta. Dobbiamo arrivare almeno a due litri e mezzo, scegliendo acqua non gassata e possibilmente non gelata. L’American College of  Sports Medicine suggerisce di arrivare a questa quantità dividendo l’acqua, nei vari momenti della giornata, in 8 bicchieri. Inoltre, teniamo conto che verdure e frutta sono molto ricche di acqua: un motivo in più per consumarle in abbondanza.

Dieta anti-afa

Una buona dieta anti-afa va costruita, senza troppi sacrifici con alcuni presupposti.
  • Poco sale e prodotti che ne contengono, pane compreso
  • Molto pesce, meglio se alla griglia, al forno o al vapore
  • Mangiare poco e spesso
  • Porzioni non eccessive
  • Non esagerare con il vino
  • Rinunciare alle bibite zuccherate
  • Tanta frutta fresca e verdura condita con olio, limone e poco sale.

Leggi anche

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

Torna in alto