Mangiare pesce fa bene | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Il pesce fa miracoli. Perché mangiarlo spesso? Cervello, ossa, cuore e vista: tutto si rafforza

A tavola deve esserci almeno 2-3 volte alla settimana. Sali minerali, vitamine, proteine, Omega 3: nel pesce non manca nulla. E i suoi benefici passano di generazione in generazione

MANGIARE PESCE FA BENE

Perché il pesce fa tanto bene? E per quale motivo non mangiarlo, o mangiarne poco, è uno spreco enorme per la nostra salute? E ancora: c’è un motivo fondamentale per il quale il pesce non può assolutamente mancare nell’alimentazione dei bambini? 

Bene, tutte queste domande, che mettono in gioco i nostri stili di vita, non solo a tavola, e la nostra scelta ispirata a un’autentica sostenibilità, anche per rafforzare salute e longevità, possono essere ricondotte a un’unica ma fortissima risposta: non esiste alcuna parte del corpo che non riceva dei benefici dal pesce, ovvero dal mangiare il pesce.

LEGGI ANCHE: Polpette di pesce, la ricetta per prepararle con alici, merluzzo e pesce spada. E con i ceci lessati

MANGIARE PESCE FA BENE ALLA SALUTE

Cuore, ossa, cervello, vista, muscoli: tutto si rafforza. Tutto, grazie al pesce, diventa oggetto di una forma molto significativa di prevenzione. Tutto è meno esposto ai rischi anche di gravi malattie, e in generale dell’invecchiamento del nostro corpo, con i relativi problemi di rischi e patologie. Ecco perché il pesce fa davvero miracoli.

D’altra parte questa pioggia di benefici, è legata a ciò di essenziale che contiene il pesce (poi dosi e qualità cambiano sulla base dei diversi tipi di pesce). Vitamine: innanzitutto A, B e D. Sali minerali: iodio, ferro, selenio e zinco. Acidi grassi: omega 3 EPA e DHA, ovvero grassi “buoni” in quanto non solo non fanno male ma rappresentano straordinari elisir di lunga vita.

PER APPROFONDIRE: Consumo responsabile, rifiutiamo i pesci di piccola taglia, sono stati pescati in modo illegale

BENEFICI DEL PESCE

L’assoluta certezza dei benefici e del benessere legato al consumo del pesce, ha spostato la ricerca scientifica su questo versante verso un’altra frontiera, molto interessante. Ovvero: una volta chiarita la portata dei benefici del pesce, e vista la loro potenza, si può pensare che vengano trasmessi di generazione in generazione fino a entrare nei nostri codici genetici? Anche in questo caso, a favore del pesce, abbiamo una risposta positiva da parte della scienza: i vantaggi del pesce durano talmente tanto nel tempo che si trasmettono, poi, di generazione in generazione. E modificano, in senso positivo, il nostro Dna. Un motivo in più per mangiare pesce già da piccoli, abituare i bambini a un’alimentazione dove ci sia spesso il pesce, aiutarli a vincere qualche capriccio, con leggerezza, ma anche con determinazione. E un motivo in più per conoscere bene, per esempio, la forza degli Omega 3 e quale pesce acquistare e consumare nelle diverse circostanze.  

COME SCEGLIERE IL PESCE

Quando si compra il pesce, è bene preferire quello azzurro e quello che vive in acque fredde, come le trote e i salmoni. Questi, infatti, sono quelli che contengono una maggiore concentrazione di Omega 3.

Quelli più magri (ad esempio: sogliola, orata, merluzzo, palombo e cernia) contengono una quantità di grassi inferiore al 3%; poi ci sono quelli semigrassi (come il pesce spada, il tonno, la trota, il dentice e la sardina), che contengono una quantità di grassi che si aggira attorno al 5-7%; e infine i pesci grassi (come il salmone, lo sgombro o l’anguilla). Quelli più grassi non si devono sempre evitare, perché sono un’ottima fonte di vitamina D, che permette la mineralizzazione delle ossa e stimola l’attività del sistema immunitario.

PER SAPERNE DI PIÙ: Come riconoscere il pesce fresco, 10 regole per non confonderlo con quello congelato

PERCHÉ MANGIARE PESCE FA BENE

Spesso è difficile far mangiare il pesce ai bambini. I principali ostacoli sono: l’odore e le lische. Per incoraggiarne un maggior consumo, si può iniziare a cucinare quelli senza spine, privi di un odore o di un sapore troppo intenso. Vanno bene il pesce spada o il tonno appena scottati sulla piastra.

LE NOSTRE RICETTE A BASE DI PESCE:

Shares