Rimedi naturali ipertensione - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Pressione alta: rimedi naturali e prevenzione

Alimentazione con poco sale e molti Omega 3. Ottimi olio d’oliva, aglio e avena. Niente fumo, attività fisica e pochi super alcolici. Quando i farmaci diventano indispensabili

di Posted on

La pressione alta è un rischio che corre il 20 per cento della popolazione italiana adulta. Un rischio che nasce dallo spreco che facciamo con un’alimentazione sbagliata, una vita troppo sedentaria o cattivi abitudini come il fumo e l’eccessivo consumo di alcolici. Per correre ai ripari, mai come in questo caso, è determinante la prevenzione, a partire proprio da rimedi naturali, ai quali possiamo ricorrere ogni giorno.

RIMEDI NATURALI PRESSIONE ALTA

I rimedi naturali per contrastare la pressione alta, come puoi vedremo nel dettaglio, vanno in tre direzioni. Alimentazione, attività fisica, stili di vita. Per il primo punto ci sono cibi da assumere in abbondanza (dalla frutta alla verdura fino a quelli che contengono omega 3) e cibi da evitare (qualsiasi prodotto con un’elevata percentuale di sale). L’attività fisica, costante e senza esagerazioni, è forse il principale rimedio naturale contro l’ipertensione e aiuta, in modo semplice, a ridurre il peso, che invece è un fattore che provoca la pressione alta. Quanto agli stili di vita, le due cose più frequenti da evitare sono il fumo e il consumo di alcolici e superalcolici.

LEGGI ANCHE: Pressione bassa, rimedi naturali e prevenzione

QUANDO LA PRESSIONE È ALTA?

Ci sono diversi stadi di pressione alta. In quelli iniziali, comunque da non sottovalutare, la pressione massima si aggira tra i 140 e i 159, mentre la minima può variare da 90 a 99. Si parla invece di crisi ipertensiva, da Pronto soccorso, quando la massima supera i 180, e la minima i 110. Attenzione ad alcune circostanze particolari che possono condizionare la rilevazione della pressione. La mattina è più alta, mentre tende ad abbassarsi durante la notte. È più alta dopo mangiato e in presenza di situazioni emotive particolari.

QUALI DISTURBI PORTA LA PRESSIONE ALTA

La pressione alta non è, in quanto tale, una malattia, ma un fattore di rischio, particolarmente elevato se combinato con altri fattori di rischio (per esempio l’obesità, il fumo e il consumo eccessivo di superalcolici), per tutte le più gravi malattie cardiovascolari. Motivo per cui l’ipertensione, anche se transitoria, non va mai sottovalutata. L’ipertensione arteriosa si definisce sistolica se i valori fuori norma riguardano soltanto la massima, si chiama diastolica se ad essere alterati sono i valori minimi. L’ipertensione sisto-diastolica si verifica quando entrambi i valori, minima e massima, sono eccessivi. I disturbi della pressione alta, specie nella fase iniziale, sono i seguenti:

  • Ronzii nelle orecchie, ovvero acufeni e tinniti
  • Mal di testa, in particolare al mattino
  • Nausea e vomito
  • Stordimento e vertigini
  • Alterazione della vista con comparsa di puntini luminosi davanti agli occhi o di una visione nera
  • Perdite di sangue dal naso
  • Sudorazione fredda
  • Senso d’ansia

Questi disturbi sono considerati anche i sintomi evidenti dell’ipertensione. Ma attenzione: la pressione alta viene anche definita un “killer silenzioso” proprio per il fatto che compare senza sintomi evidenti. E ciò la rende ancora più insidiosa, mentre dovrebbe spingere le persone che hanno una tendenza a valori fuori norma di tenerla sotto controllo a casa, con una semplicissima, periodica misurazione.

PER APPROFONDIRE: Gonfiore alle gambe, come alleviarlo con i rimedi naturali

QUALI SONO LE CAUSE DELL’IPERTENSIONE

Purtroppo, non esistono poche e certe cause che spiegano l’ipertensione, ma almeno possiamo fare un quadro attendibile dei fattori decisivi, distinguendo l’ipertensione primaria (legata a specifiche cause), da quella secondaria (collegata ad altre patologie). Nel caso dell’ipertensione primaria, a parte i tre elementi decisivi come fattori di rischio (alimentazione, poca attività fisica, cattivi stili di vita), ci sono quelli che vengono da lontano e sono più difficili da affrontare. Parliamo di una predisposizione genetica del nostro organismo, della familiarità alla pressione alta, di squilibri ormonali, della depressione, dell’invecchiamento e della sedentarietà. Nel caso dell’ipertensione secondaria, le cause più ricorrenti sono le gravi malattie renali e cardiache, il diabete, i problemi alla tiroide, la gravidanza, la sindrome delle apnee notturne, l’uso di droghe, alcuni farmaci come la pillola anticoncezionale.

CHE FARE SUBITO IN CASO DI PRESSIONE ALTA?

Una volta chiarito che la genesi della vostra pressione alta non sia collegata a uno specifico episodio (stress, emozioni, sforzi particolari, etc…) ma è qualcosa di più strutturale, non sprecate tempo in inutili attese e in insidiose terapie fai-da-te. Parlate con il medico e sarà lui a darvi le indicazioni giuste per la terapia. E in particolare sarà il medico a stabilire se bisogna partire immediatamente con una terapia farmacologica, oppure se potete prima provare ad abbassare la pressione con i rimedi naturali. A partire dalle scelte alimentari, dall’attività fisica e da uno stile di vita riduca al minimo o azzeri sigarette e consumo di super alcolici.

RIMEDI NATURALI PER LA PRESSIONE ALTA

Ci sono però alcuni rimedi naturali che possono essere di grande aiuto nel contrastare la pressione alta: per cominciare, l’olio d’oliva e l’insalata, due alimenti chiave della nostra dieta mediterranea. Come emerge da una ricerca portata avanti dal prof. Philip Eaton del King’s College London in collaborazione con un team di ricercatori della University of California, entrambi gli alimenti contengono acidi grassi in grado di tenere sotto controllo la pressione alta, un mix protettivo naturale in grado di prevenire eventuali disturbi cardiaci. L’alimentazione gioca infatti un ruolo importante nella prevenzione dell’ipertensione: a questo si associa la necessità di ridurre fortemente il consumo di alcolici, smettere di fumare e aumentare l’attività fisica.

COME PREVENIRE L’IPERTENSIONE

Anche alcuni specifici alimenti possono rivelarsi utili nel trattamento dell’ipertensione, anche se è comunque necessario il parere del proprio medico in modo da escludere eventuali complicazioni causate da alcune patologie come ad esempio diabete  ipertiroidismo. Vediamo quali sono:

  • AGLIO

Favorisce la vasodilatazione e previene la formazione di trombi: è sufficiente includere uno spicchio di aglio al giorno nella nostra dieta per ottenere questi benefici. Senza contare che l’aglio svolge anche funzione antibatterica e ha effetti positivi sul colesterolo.

  • AVENA

Contiene una grande quantità di fibra solubile in grado di abbassare i livelli del colesterolo cattivo che, a sua volta, può comportare un aumento della pressione.

OMEGA 3

Si tratta dei famosi acidi che svolgono una funzione protettiva sia per quanto riguarda l’apparato cardio-vascolare sia per la pressione. Li trovate in una lunga serie di alimenti, a partire dal pesce, o anche in confezioni di olio di fegato di merluzzo, liquido o in pillole.

Per combattere l’ipertensione è fondamentale:

  • Ridurre notevolmente il consumo di sale, vero e proprio nemico per chi soffre di questa patologia. In ogni caso, non bisogna superare i 5 grammi di sodio al giorno, stando attenti a quello nascosto nei cibi
  • Mangiare regolarmente frutta e verdura. E anche pesce, cereali integrali e frutta secca
  • Evitare, per quanto possibile, lo stress e contrastarlo con esercizi rilassanti
  • Muoversi con continuità, dai 30 ai 60 minuti al giorno. Basta anche passeggiare, andare in bici e fare le scale a piedi
  • Non fumare: la sigaretta è una nemica della pressione e una boccata di fumo, anche passivo, immediatamente fa alzare i suoi valori
  • Diminuire in modo sostanziale il consumo di alcolici e super alcolici
  • Effettuare controlli medici periodici in modo da tenere sotto controllo il proprio stato di salute. E in ogni caso, ogni tanto, fate un’auto misurazione della pressione, in casa o in farmacia

PER SAPERNE DI PIÚ: Colesterolo alto, come ridurlo senza medicinali. Con la dieta giusta, e qualche passeggiata

I FARMACI CONTRO LA PRESSIONE ALTA

Premesso che contro la pressione alta sono determinanti stili di vita e alimentazione, ci sono casi per i quali i valori non rientrano nella norma neanche sistemando questi due aspetti decisivi. E allora, sempre e soltanto su indicazione del medico, si ricorre ai farmaci. Ormai le medicine efficaci per abbassare la pressione, e normalizzarla, sono tante, e vanno dagli ACE-inibitori ai Beta- bloccanti. La scelta va fatta sulle base delle decisioni del medico che potrà valutare indicazioni per la migliore terapie ed eventuali controindicazioni, e poi scegliere il farmaco più adatto. La cosa sicura, qualsiasi sia il medicinale selezionato e prescritto, riguarda i tempi. La cura farmacologica dell’ipertensione sicuramente dura anni, ma in diversi casi può durare anche per tutta la vita. Ma così almeno si evitano guai peggiori.

PESO E PRESSIONE ALTA

Esiste uno strettissimo legame tra il peso e la pressione alta. Le persone obese, o anche in sovrappeso, hanno sicuramente valori della pressione più alti della norma. E il cuore fa uno sforzo particolare per pompare il sangue: da qui i maggiori rischi di malattie cardiovascolari e in particolare di ictus e infarto. Al contrario, per ogni chilogrammo di peso in meno, la pressione arteriosa si riduce di un millimetro di mercurio. Potremmo concludere che la battaglia per sconfiggere l’ipertensione si vince innanzitutto con un peso corporeo regolare. Ma quale dobbiamo considerare un peso corporeo regolare? Basta tenere sotto controllo il girovita: per l’uomo non deve superare i 100 centimetri, per le donne gli 85 centimetri.

CHE COSA NON MANGIARE CON LA PRESSIONE ALTA?

Visto che il sale è il principale nemico della pressione, le persone che soffrono di ipertensione devono stare piuttosto alla larga da cibi per loro natura salati. Pensiamo, per esempio, a tutti insaccati. Ma a questi bisogna aggiungere anche i formaggi stagionati, gli snack, le salse ricche di grassi. Attenzione anche ai fritti e soffritti. Sono piccoli sacrifici, ma farli ne vale la pena per la nostra salute.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

I RIMEDI NATURALI PER LA NOSTRA SALUTE:

  1. Mal di schiena, consigli e rimedi naturali per prevenirlo e rimettersi in forma velocemente
  2. Herpes labiale, potete eliminarlo in pochi giorni con camomilla, miele, e altri rimedi naturali
  3. Mal di testa, quali sono le vere cause. E i rimedi naturali . A partire da una passeggiata
Share

<