Come si prepara un infuso | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Infusi: come si preparano e perché sono diversi da tè, tisane e decotti

Sono buoni, leggeri e anche terapeutici. Si preparano facilmente utilizzando foglie, frutti e fiori, le parti più delicate della pianta.

COME SI PREPARA UN INFUSO

Gradevole e benefico, aromatico o terapeutico, l’infuso è un’ottima bevanda consigliata sia nelle stagioni fredde che in quelle calde. Viene preparato con le parti più delicate delle piante, come fiori e foglie, sia fresche che essiccate. E in pochi minuti permette di estrarne i principi attivi, a tutto vantaggio del nostro benessere. Scopriamo come si prepara correttamente, senza confonderlo con altre bevande simili, e qualche ricetta.

COSA SONO GLI INFUSI

Infusi

Infusi

L’infuso è una bevanda a base di acqua, che viene preparata con le parti più delicate delle piante, ovvero foglie e fiori (ma anche frutti) per estrarne i principi attivi. Può essere sia aromatico che terapeutico a seconda di come lo si prepara e del tipo di piante che vengono utilizzate.

COME PREPARARE UN INFUSO

Si prepara tramite l’infusione, ovvero versando un liquido (nel caso specifico l’acqua) sui frammenti vegetali più delicati delle piante (fiori e foglie) ma anche frutti, che vanno poi filtrati.

Le piante utilizzate nell’infuso, che possono essere anche più di una e al massimo cinque, devono essere sminuzzate e alla fine rimosse dall’acqua. Subito dopo l’infuso può essere bevuto, ma volendo anche conservato in un contenitore con coperchio per massimo un giorno. Non di più perché altrimenti i principi attivi evaporano.

Quali piante si usano negli infusi? Dipende ma spesso menta, melissa, sambuco, timo, verbena.

I tempi di preparazione possono variare a seconda degli scopi. Se vogliamo ottenere un infuso aromatico basta immergere le piante per 5 minuti in acqua. Se vogliamo invece un infuso terapeutico dovremo aspettare almeno una ventina di minuti.

Per quanto riguarda le dose di ingredienti da utilizzare, solitamente è compresa tra i 15 (ingredienti secchi) e i 35 grammi (ingredienti freschi) per tazza.

Erbe e frutti sminuzzati possono essere acquistati in erboristeria o presso negozi alimentari preferibilmente biologici. L’ideale è acquistare le erbe sfuse di prima qualità e utilizzarle per preparare l’infuso secondo il metodo descritto. In alternativa si possono preparare infusi freddi utilizzando frutti e foglie fresche.

LEGGI ANCHE: Yerba Mate, origini, proprietà e come preparare l’ottimo infuso benefico

DIFFERENZE TRA INFUSO E TISANA

Infusi, tè, tisane

Infusi, tè, tisane

Tisane, decotti, tè, infusi, tutte ottime bevande che sembrano uguali ma non sempre lo sono.

Se l’infuso, come abbiamo visto, si prepara versando l’acqua bollente sulle parti delicate della pianta, lasciandole in infusione per alcuni minuti, il decotto viene invece preparato con le parti più coriacee, che vanno versate in acqua fredda all’interno di una pentola. L’acqua va quindi portata a ebollizione a fuoco lento per un massimo di 30 minuti. E poi lasciata riposare per un’altra decina di minuti.

E le tisane? Vengono preparate con la stessa modalità degli infusi ma a differenza di questi ultimi, prevedono l’impiego non solo di foglie, frutti e fiori, ma anche cortecce, semi, radici e via dicendo. Sempre sminuzzati. Inoltre nelle tisane di solito c’è una pianta principale a cui vengono abbinati ingredienti provenienti da altre piante. E il sapore è più intenso degli infusi, che si caratterizzano infatti per la loro delicatezza.

Infine il tè deriva da piante della famiglia della Camelia Sinensis e della Assamica.

LEGGI ANCHE: Tisane fatte in casa, tutti i benefici per la salute e le migliori ricette naturali (foto)

INFUSI ALLA FRUTTA

In erboristeria è possibile acquistare frutti essiccati di vario tipo per preparare gli infusi caldi preferiti. Ma questi ultimi si possono fare anche con la frutta fresca.

Un ottimo abbinamento è rappresentato da arancia, zenzero e limone (tagliati a fette), che vanno lasciati in infusione in acqua fredda per diverse ore, in frigorifero.

Anche lamponi e mirtilli sono ottimi per infusi freschi o caldi (in quest’ultimo caso meglio utilizzare quelli essiccati). E per chi ama i gusti particolari, da provare lamponi e foglioline di menta, versandoci sopra acqua fredda e lasciando riposare per qualche ora in frigorifero.

COME PREPARARE UN INFUSO ALLA FRUTTA

Altrimenti potete acquistare gli infusi di frutta essiccata in erboristeria, prepararli secondo la procedura standard con acqua bollente, e lasciarli raffreddare prima di consumarli. Occhio però a berli entro un giorno dalla preparazione se volete beneficiare anche delle loro proprietà, che variano a seconda dei frutti utilizzati.

COME PREPARARE OTTIME TISANE E TÉ:

Share

<