Pressione bassa: i rimedi naturali e come fare prevenzione
Questo sito contribuisce all'audience di

Pressione bassa: rimedi naturali e prevenzione

Liquirizia, crackers e karkadè, ma all'occorrenza anche una tazzina di caffè: per contrastare i fastidiosi sintomi dell'ipotensione, ci sono tanti semplici rimedi della nonna da mettere in atto

di Posted on

La pressione bassa, detta anche ipotensione, è sicuramente un disturbo meno preoccupante della pressione alta, più conosciuta come ipertensione. Ma non per questo va sottovalutata, fermo restando che qualsiasi medico potrà spiegarvi come la pressione bassa, se nei valori della norma, è un’assicurazione di buona salute per il nostro organismo.

QUANDO LA PRESSIONE È BASSA

Nella norma, quando non ci sono fattori di rischio, la pressione minima non dovrebbe superare i 90, mentre la massima deve mantenersi sotto i 140. I valori ottimali sono tra i 120 e gli 80 millimetri di mercurio. Una ipotensione misurata, in assenza di sintomi significativi, non richiede alcun intervento specifico (potrebbe dipendere anche da fattori generici), cosa diversa invece quando ci sono dei sintomi precisi e fastidiosi.

LEGGI ANCHE: Come contrastare il mal di testa con i rimedi naturali

SINTOMI DELLA PRESSIONE BASSA

I sintomi più diffusi della pressione che abbassa oltre al livello di guardia sono giramenti di testa, spossatezza generale, visione offuscata, sudori freddi fino a veri e propri svenimenti. Un disturbo non invalidante se si gode di buona salute in generale, che però è meglio affrontare con risolutezza. Altri sintomi della pressione bassa sono la sonnolenza, la difficoltà di concentrasi e le gambe appesantite che rendono faticosa persino una semplice passeggiata.

CAUSE PRESSIONE BASSA

Le cause dell’ipotensione possono essere diverse, e mutare a seconda delle età e delle stagioni. Queste sono le cause più comuni della pressione bassa:

  • Diabete, aritmie, ma anche disidratazione, emorragie, ustioni
  • Eccessivo caldo con conseguente sudorazione
  • Ciclo mestruale
  • Infezioni o reazioni allergiche
  • Una condizione costituzionale, fisiologica della persona
  • Una condizione naturale, che può dipendere, per esempio, dall’assunzione di alcuni farmaci o da uno stato di gravidanza

Oltre a consultare il vostro medico di famiglia per capire insieme a lui la cura più idonea per ogni situazione particolare, ci sono alcuni consigli di buon senso sempre validi, alcuni rimedi naturaliche possono aiutare a migliorare la qualità della vita di chi soffre saltuariamente di questo disturbo.

LEGGI ANCHE: I rimedi naturali per prevenire e alleviare i sintomi della cistite

RIMEDI NATURALI PER LA PRESSIONE BASSA

Oltre a consultare il vostro medico di famiglia per capire insieme a lui la cura più idonea per ogni situazione particolare, ci sono alcuni consigli sempre validi, alcuni rimedi naturali che possono aiutare a migliorare la qualità della vita di chi soffre saltuariamente di questo disturbo.

Ecco alcuni “rimedi della nonna” per contrastare la pressione bassa:

  • Bere a piccoli sorsi: una delle cause dell’ipotensione è la disidratazione.
  • Via libera a potassio e magnesio: in caso di grande caldo e conseguente sudorazione, delle bustine di sodio e magnesio da sciogliere nell’acqua sono dei preziosi alleati.
  • Se la causa della momentanea difficoltà è un calo ipoglicemico, mettete sotto la lingua un pò di zucchero di canna.
  • Se la situazione non è drammatica, una tazzina di caffè vi farà riprendere in breve tempo, meglio ancora se zuccherato.

PER APPROFONDIRE: I rimedi naturali per il mal di gola

COME ALZARE LA PRESSIONE BASSA IMMEDIATAMENTE?

A parte il caffè, con relativa caffeina, un altro rimedio naturale per alzare immediatamente la pressione è la liquirizia. Dotatevi di pasticche, o meglio ancora tronchetti naturali, che contengano questa radice quanto più pura possibile: acquistatele in erboristeria e lasciate perdere le caramelle gommose, ricche di inutili e dannosi zuccheri. L’effetto virtuoso della liquirizia per alzare la pressione è dovuto a una sostanza che contiene: la glicirrizina, che viene metabolizzata rapidamente dall’organismo e agisce come un ormone che favorisce l’aumento della pressione sanguigna.

RIMEDI ALIMENTARI PER LA PRESSIONE BASSA

Anche il cibo ci viene in aiuto in caso di pressione bassa:

  • Ricordatevi che una dieta sana ed equilibrata è la base di uno stato di benessere costante. Nel caso dell’ipotensione, contrastatela con cibi ricchi di acqua e sali minerali, e nello specifico dotatevi di banane, datteri, melone, pesche, uva, mandorle, patate, spinaci e zucchine.
  • Il sodio alza la pressione: in caso di difficoltà addentate un pezzettino di grana, del prosciutto crudo o un cracker. In emergenza, sciogliete un pochino di sale in un bicchiere d’acqua.
  • La bevanda ideale durante i cali di pressione è l’infuso dei fiori di ibisco, meglio conosciuto come karkadè, acquistabile in bustine e da consumarsi preferibilmente freddo: è adatto a tutti perché senza caffeina, ed è fortemente rimineralizzante ed idratante.

QUANDO PREOCCUPARSI PER LA PRESSIONE BASSA?

La pressione bassa deve preoccupare, sempre dopo il giudizio del medico, quando arriva in concomitanza di atri fattori come, per esempio, un dolore al petto o la febbre alta. Al contrario, ci sono circostanze del tutto naturali durante le quali la pressione si abbassa. In particolare:

  • Dopo avere mangiato. La digestione, infatti, sposta la circolazione del sangue verso lo stomaco e l’intestino, sottraendola ad altri organi, e ciò riduce la pressione sanguigna.
  • Mentre dormiamo. Il sonno abbassa la pressione, che invece raggiunge il suo massimo attorno a mezzogiorno.
  • Il relax. Quando siamo rilassati, la pressione si abbassa; sotto stress, invece, la pressione si alza.
  • Gli ambienti molto caldi e in generale le alte temperature. Sono circostanze che portano sempre a un abbassamento della pressione.

I CONSIGLI GIUSTI PER DORMIRE BENE:

Share

LEGGI ANCHE:

<