Questo sito contribuisce all'audience di

Isole sostenibili: il piano di sviluppo green di Lampedusa e Linosa

Una vera e propria rivoluzione verde con risvolti positivi non solo per gli abitanti ma anche per i turisti e che mira a valorizzare pienamente la vocazione di area marina e naturale delle due isole.

di Posted on
Condivisioni

ISOLE SOSTENIBILI: LA RIVOLUZIONE VERDE DI LAMPEDUSA E LINOSA – Solo qualche mese fa vi abbiamo parlato del progetto portato avanti a Lampedusa da Legambiente e Coou – Consorzio Obbligatorio degli oli usati per il recupero, attraverso un’apposita isola ecologica, dell’olio lubrificante usato prodotto in ambito portuale e nautico, un materiale fortemente inquinante in grado di provocare un danno ambientale enorme, se versato in acqua.

LEGGI ANCHE: Al porto di Lampedusa, l’isola ecologica per i rifiuti pericolosi

Un progetto molto importante, ma non l’unico: sono infatti in corso di attuazione alcune iniziative che rendono Lampedusa e Linosa due isole all’avanguardia dal punto di vista della sostenibilità ambientale.

Si tratta infatti di due piccoli territori, due isole non solo meravigliose dal punto di vista naturalistico, ma anche green, due luoghi ideali per la sperimentazione di nuovi modelli di produzione di energia da fonti rinnovabili. Ma non solo: Lampedusa e Linosa hanno avviato anche un piano di raccolta differenziata dei rifiuti che non solo comporterà una forte riduzione dei costi per la collettività ma produrrà anche qualità ambientale e nuova economia e un progetto che avvia, a Lampedusa, una nuova esperienza di mobilità sostenibile attraverso la creazione di una rete di biciclette pubbliche e private.

PER APPROFONDIRE: Bornholm, l’isola che non spreca energia

Ma vediamo, nel dettaglio, in che cosa consistono i tre progetti portati avanti nelle due isole:

PROGETTO SMART ISLAND – L’obiettivo dell’iniziativa “Smart Island” è quello di superare i limiti attuali di produzione e distribuzione di energia presenti nelle isole minori del Mediterraneo e ridistribuire i vantaggi di una smart grid isolana alle aziende locali e alla popolazione residente.

In particolare, il progetto prevederà sistemi di produzione diffusa di energia che faranno leva sulle risorse naturali e rinnovabili presenti sul territorio, le fasi di installazione delle tecnologie coinvolgeranno la popolazione locale e permetterà la formazione di figure professionali necessarie per l’implementazione del progetto energetico.

PROGETTO RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA – Obiettivo principale da conseguire attraverso l’attuazione del modello di raccolta “porta a porta”: raggiungere presto il 65 per cento di materiale differenziato.

Il piano prevede l’attuazione del modello di raccolta “porta a porta” per ogni frazione
merceologica di rifiuto in modo da poter meglio definire il corretto dimensionamento del servizio, stimando il fabbisogno di personale, automezzi, attrezzature e materiale di consumo necessario per l’espletamento del servizio di raccolta. Dall’analisi dei dati raccolti sarà poi possibile individuare anche il fabbisogno di impianti per il trattamento della frazione organica in loco, mentre, per tutte le altre tipologie di rifiuti si provvederà al dimensionamento dei trasporti dalle due isole agli impianti di conferimento.Isole sostenibili: la rivoluzione verde di Lampedusa e Linosa

PROGETTO “LAMPEDUSA GREEN BIKE” – Si tratta di un sistema ideato per integrare il servizio di bike sharing gestito dal Comune con un nuovo servizio gestito invece dagli operatori turistici all’interno di un unico progetto di mobilità insulare. Una rete di biciclette pubbliche e private quindi che prevederà inizialmente l’installazione di 8 cicloposteggi da ben 10 posti bici ciascuno, successivamente, per incrementare il numero di cicloposteggi distribuiti sull’isola, verrà emanato un bando comunale per la concessione di contributi agli operatori turistici.  Il progetto verrà inaugurato nella primavera del 2015.

Obiettivo principale: ridurre il numero delle automobili e di conseguenza anche le emissioni inquinanti e offrire a turisti e residenti un servizio aggiuntivo di cui usufruire durante la loro permanenza sull’isola.

Tre progetti importanti e una vera e propria rivoluzione verde con risvolti positivi non solo per gli abitanti ma anche per i turisti che visitano le due isole e che mira a una piena valorizzazione della vocazione di area marina e naturale delle due isole.

PER SAPERNE DI PIU’: Energia rinnovabile, in Germania un intero comune con eolico, solare e biogas

LEGGI ANCHE: