Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Mense scolastiche: in Finlandia sono gratuite e a base di prodotti locali. Zero sprechi

Da 70 anni la Finlandia serve pasti gratis a tutti gli studenti. E ora premia anche chi li prepara con un concorso nazionale. Secondo le regole delle scuole finlandesi, il luogo della mensa deve essere luminoso e accogliente. Vietate le macchinette con gli snack

Condivisioni

MENSA SCOLASTICA GRATUITA IN FINLANDIA

In Finlandia, libri di testo e mensa scolastica sono gratuiti per tutti gli anni della scuola obbligatoria. Anche la nostra Costituzione prevede la gratuità dell’istruzione obbligatoria, secondo il principio di dare ai più poveri i mezzi per potersi istruire, ma tale norma di fatto in Italia non viene applicata.

LEGGI ANCHE: Mense scolastiche, ogni giorno si butta cibo per 360mila euro. E poi mancano i soldi per gli asili

METODO FINLANDESE PER LA MENSA SCOLASTICA

Le mense scolastiche gratuite del sistema educativo nazionale finlandese rappresentano un ottimo esempio da imitare. Dal 1948, infatti, il Paese serve un pasto gratuito al giorno a tutti gli studenti, dai 6 ai 18 anni, che frequentano la scuola dell’obbligo. Si tratta di misura democratica che, nel corso degli anni non è mai stata abbandonata e oggi è addirittura migliorata, passando dalle semplici zuppe dei primi tempi, a piatti molto più vari, bilanciati e controllati dai nutrizionisti. Per legge il pranzo scolastico deve ricoprire un terzo del fabbisogno calorico giornaliero dei ragazzi, seguendo delle linee guida stabilite che indicano anche la struttura precisa: metà verdura, un quarto di proteine e un quarto di cereali.

VANTAGGI MENSE SCOLASTICHE CON IL METODO FINLANDESE

Da otto anni esiste anche un concorso nazionale biennale dedicato agli chef della ristorazione collettiva, un’iniziativa che serve a scoprire nuove ricette da proporre poi a tutte le scuole del Paese. Nel 2018 il concorso ha premiato tre cuoche di Joensuu, una piccola cittadina della Finlandia orientale. Il menù presentato a Roma, nella residenza dell’ambasciatore Janne Taalas, aveva una base internazionale di paella di pollo e verdure, hummus di ceci, insalata di cavolo cinese, ma con sapori finlandesi, come il succo di mela e l’olio di ravizzone, una pianta ricca di Omega-3.

Per riuscire a contenere i prezzi, considerato che ogni pasto della ristorazione scolastica non deve costare più di un euro, le chef vincitrici, Meerit Karki, Leena Koponen e Anne Kinnunen hanno spiegato che utilizzano il più possibile prodotti locali: «Patate, rape, tuberi, che da noi sono saporiti perché crescono lentamente, funghi e bacche, mele, erbe, carne e pesce, Le verdure le scegliamo importate, quelle fresche costano troppo».

PER APPROFONDIRE: Mense scolastiche, puah! Non esistono per la metà degli alunni. Così la scuola è ingiusta

PASTI GRATIS NELLE MENSE SCOLASTICHE FINLANDESI

I menù delle mense variano a seconda delle stagioni, ogni cinque settimane, e uniscono piatti nordici, come il porridge di orzo al forno con composta di bacche, il preferito dai bambini finlandesi, alla pasta. Le allergie e intolleranze devono essere comunicate e da due anni esiste anche un’opzione vegetariana: su 900mila pasti serviti ogni giorno, il 10 per cento è “speciale”. Nelle scuole finlandesi, infine, sono vietate le macchinette con gli snack e le mense devono essere “luminose e accoglienti”. I risultati di queste misure sono tassi di obesità infantile in calo e ottimi punteggi ai test internazionali.

LE SCUOLE CHE CI PIACCIONO:

  1. A Potenza la scuola con la mensa a chilometro zero. Dove non ci sono né avanzi né rifiuti
  2. Nella scuola primaria Rio Cro­sio di Asti si combatte lo spreco di cibo con le mezze porzioni
  3. Zero Waste Food: il progetto contro lo spreco alimentare nelle scuole di Provaglio D’iseo
  4. Asili nel bosco, una rivoluzione per i bambini nelle scuole. I migliori in giro per l’Italia (Foto)
  5. Montessori, il modello educativo che mette al centro la libertà dei bambini