Questo sito contribuisce all'audience di

Succhi di frutta, così potete scegliere i migliori. Con il 100 per cento di frutta. Attenzione alle dosi di zuccheri (foto)

I nutrizionisti consigliano di mangiare frutta fresca e di privilegiare i succhi di frutta fatti in casa, ricchi di vitamine, antiossidanti e sali minerali. Tutte sostanze che invece si perdono con la lavorazione industriale.

Condivisioni

COME SCEGLIERE IL SUCCO DI FRUTTA

Si fa presto a dire succo di frutta, specie quando si compra un prodotto industriale. Arancia, ananas, mirtillo, pesca, albicocca: si tende purtroppo, in modo generico, a definire succo di frutta qualsiasi bibita che abbia al suo interno una spremuta, anche non del tutto naturale, di frutta. Ma come si riconosce un buon succo di frutta? Come abbiamo la certezza che non stiamo sprecando soldi e salute?

Partiamo dal presupposto che in Europa, dove esiste una normativa molto stringente (per esempio: il succo deve essere ottenuto dalla parte commestibile, matura e sana della frutta), si beve, in media, un succo di frutta al giorno. Poco. Tenendo conto, per esempio, che parliamo di un’alimentazione non solo molto sana, ma anche molto adatta alle donne quando sono a dieta. Una porzione di succo al 100 per cento fatto con la frutta contiene appena il quattro per cento dell’apporto calorico medio di una donna adulta. Ma vediamo adesso come si riconosce la qualità del succo di frutta.

LEGGI ANCHE: Etichette alimentari, la guida utile per decifrarle e i consigli per non sprecare

COME RICONOSCERE LA QUALITA’ DEL SUCCO DI FRUTTA

Innanzitutto leggere l’etichetta.  Al suo interno, prima degli ingredienti, ci sono tre principali categorie alle quali ciascun succo appartiene. La prima, 100 per cento frutta, significa che il prodotto è senza l’aggiunta di conservanti, zuccheri e aromi. Una combinazione piuttosto rara. Nella seconda, con la scritta Nettare di frutta, la percentuale di frutta scende tra il 25 e il 50 per cento. La terza, Bevanda a base di frutta, indica invece una bibita che contiene solo il 12 per cento di frutta. Per il resto, ci sono aromi, coloranti e conservanti.

Occhio al fruttosio.  I prodotti estratti da alcuni frutti, come pere e uva, contengono decisamente più zuccheri rispetto a quelli con arancia, mela e ananas. Ma in ogni caso è sempre meglio non eccedere con le quantità: mediamente, una porzione di succo contiene tra i 15 e i 30 grammi di zuccheri, e non è poco. Tra l’altro, ogni frutto ha una percentuale più che abbondante di acqua (fino a oltre l’80 per cento) e poi zuccheri naturali

PER APPROFONDIRE: Centrifugati di frutta e verdura: le ricette per depurarsi in maniera naturale (foto)

Evitate prodotti trattati con la pastorizzazione. Per legge tutti i succhi di frutta confezionati vengono poi sottoposti al processo di pastorizzazione (come accade per il latte), che garantisce la sicurezza del prodotto. Questo trattamento però, provoca anche la distruzione di buona parte delle vitamine e dei sali minerali.

Acquistate preferibilmente prodotti trattati con lapascalizzazione”. Si tratta di una nuova tecnica, differente dalla classica pastorizzazione, che utilizza solo forti pressioni a freddo per eliminare batteri dal prodotto. Questa tecnica permette ai succhi di frutta e verdura di mantenere colori e aromi e di conservare i benefici delle vitamine e degli antiossidanti.

Preparate in casa i succhi partendo da frutta fresca, di stagione e biologica. Solo così potete assicurarvi davvero di assumere una bevanda ricca di proprietà benefiche. Se decidete comunque di acquistare un succo di frutta, è meglio scegliere quelli realizzati con il 100 per cento di frutta. Poi è importante che non siano aggiunti zuccheri né edulcoranti o coloranti. Secondo i nutrizionisti, infine, è sempre consigliabile prediligere i succhi di frutta biologici.

RICETTE SUPER A BASE DI FRUTTA NATURALE: 

  1. Centrifugati di frutta e verdura: le ricette nutrienti e sane con i prodotti primaverili
  2. Frullato di kiwi, la ricetta di un rimedio naturale perfetto per evitare il raffreddore
  3. Frappè agli agrumi: la ricetta con banane, pere, miele e vaniglia naturale
  4. Centrifugato di kiwi, la ricetta di un rimedio naturale perfetto per prevenire il raffreddore
  5. Frullato di melograno, la ricetta con le pere, i frutti di bosco, le bacche di goji e la menta