Questo sito contribuisce all'audience di

Come gestire l’aria condizionata in ufficio: regole e consigli per evitare rischi

L’eccessiva esposizione all’aria refrigerata può causare mal di testa, mal di gola, otite, e febbre. Durante l’estate infatti, aumentano i raffreddori da ufficio.

di
Condivisioni

COME GESTIRE ARIA CONDIZIONATA IN UFFICIO -

Le giornate calde, anzi torride, non sono finite, e intanto si riprende (quasi) tutti a lavorare. Gli uffici, pubblici e privati, sono dei covi dello spreco, specie per quanto riguarda l’uso maldestro dei condizionatori durante l’estate e degli impianti di riscaldamento durante l’inverno. Uno spreco enorme, che puntualmente, come una cambiale, poi finiamo per pagare nelle nostre bollette o attraverso quella spesa pubblica che dobbiamo tagliare, sul fronte degli sperperi e non in modo orizzontale e indiscriminato, per recuperare preziose risorse a favore degli investimenti e della difesa del nostro Stato sociale (dagli ospedali alla previdenza).

LEGGI ANCHE: Risparmio idrico ed energetico in estate, tutte le regole

REGOLE ARIA CONDIZIONATA IN UFFICIO -

Molto utile per affrontare le alte temperature, l’aria condizionata se non viene utilizzata in maniera corretta può però rivelarsi un rischio per la salute. L’eccessiva esposizione all’aria refrigerata può infatti causare mal di testa, mal di gola, otite, e febbre. Durante l’estate infatti, aumentano i raffreddori da ufficio.

Per scongiurare i rischi è fondamentale utilizzare il condizionatore con moderazione, solo durante le ore più calde ed evitare di lasciarlo acceso ininterrottamente. Oppure fare riferimento ai tanti rimedi naturali che permettono di mantenere l’ufficio e la casa fresca senza sprechi di energia e denaro.

PER APPROFONDIRE: Come risparmiare energia e ridurre gli sprechi in ufficio

   

LEGGI ANCHE:

Ultime Notizie: