Raffreddore dei bambini: come curarlo con rimedi naturali
Questo sito contribuisce all'audience di

Raffreddore dei bambini: come curarlo con rimedi naturali

Limone e miele, ma anche lo zenzero. E fate lavare sempre le mani ai bambini prima di andare a tavola

Piano con i medicinali. E piano con gli sprechi di pillole che hanno anche effetti collaterali. I bambini sono molto soggetti a raffreddore, muco, tosse con qualche disturbo alla parte alta delle respiratorie. Non è necessario ricorrere subito ai medicinali (una brutta abitudine, per esempio, è quella di passare immediatamente alla tachipirina) e tanto meno alle prescrizioni fai-da-te. Molto meglio partire dai rimedi naturali, scegliendo quelli più efficaci.

RIMEDI NATURALI PER IL RAFFREDDORE DEI BAMBINI

Arriva il raffreddore, accompagnato da abbondanti starnuti. che fare? Partite dai rimedi naturali, come questi:
  • Innanzitutto il bambino deve bere molto durante il giorno
  • Anche le tisane possono essere efficaci: le migliori sono a base di tiglio e camomilla
  • Nelle tisane potete aggiungere lo zenzero
  • Un’ottima ricetta è questa: tagliate a fette limone e zenzero, fate bollire l’acqua e poi mettete al suo interno le fette di limone e zenzero. Fate riposare per dieci minuti, travate in una tazza da latte, aggiungete il miele e la bevanda anti-raffreddore per i vostri bambini è pronta
  • Ottima la combinazione di miele e limone: disinfettano e ammorbidiscono il muco
  • Non abbiate particolari preoccupazioni o ansie: comunque il raffreddore deve fare il suo corso
  • Quanto al cibo, in questa fase, molto spazio a brodo vegetale, frutta e verdura

LEGGI ANCHE: Come rafforzare le difese immunitarie dei bambini in maniera naturale

COME PREVENIRE IL RAFFREDDORE NEI BAMBINI

Per prevenire le malattie da raffreddamento nei bambini è necessario seguire alcune norme igieniche e comportamentali:

  • ALIMENTAZIONE: ricordate che la salute inizia dalla tavola e che, per fortificare i vostri bambini contro l’attacco dei virus, è necessario far capire loro quanto sia importante mangiare frutta e verdura, alimenti ricchi di vitamine e sali minerali. Per convincere i bimbi che proprio non vogliono sentir parlare di mele, arance e kiwi, ecco qui alcune idee curiose e gustose. Ma non solo frutta e verdura: tra gli altri alimenti che si presentano come veri e propri alleati del sistema immunitario dei più piccoli troviamo lo yogurt, il miele, le noci e il pesce azzurro ricco di Omega3.
  • TEMPERATURA: siccome durante l’inverno possono verificarsi continui sbalzi di temperatura, fate in modo che il bambino sia sempre ben coperto quando è fuori casa. Prestate inoltre attenzione alla temperatura interna delle vostre abitazioni: fate in modo che non superi i 20 gradi.
  • IGIENE: insegnate ai bambini che è importante lavarsi spesso le mani soprattutto prima di mangiare: solo così potranno ridurre le possibilità di contagio con alcuni virus che causano raffreddore e febbre.

COME RICONOSCERE I SINTOMI DEL RAFFREDDORE

Come già detto, il raffreddore può essere fastidioso ma rimane un disturbo del tutto innocuo che scompare nel giro di pochi giorni. Tra i primi sintomi del raffreddore nei bambini troviamo il nasino che cola, mal di gola, inappetenza, spossatezza, irritabilità, sonno disturbato e a volte qualche linea di febbre. In alcuni casi, è presente anche la tosse: se il bambino è molto piccolo, il consiglio è quello di farlo visitare dal pediatra che saprà indicare la terapia più adatta al piccolo. Uno dei rischi principali a cui si va incontro in caso di raffreddore è quello di utilizzare farmaci non necessari o del tutto inappropriati come ad esempio gli antibiotici.

PER APPROFONDIRE: Scansate il raffreddore con brodo, arance e spinaci. E non sprecate tanti soldi con medicinali inutili

COME CURARE IL RAFFREDDORE NEI BAMBINI

Così come per gli adulti, non esiste una vera e propria cura per contrastare il raffreddore nei bambini. Alcuni accorgimenti utili potrebbero essere quello di preparare loro tante buone spremute ricche di vitamina C e un’ottima tazza di latte caldo con il miele in grado di alleviare la tosse e favorire il riposo. Ricordate che è importante fare in modo che il bambino sia sempre ben idratato: allattatelo o dategli il biberon più di frequente se è un neonato e fatelo bere spesso se è più grandicello. Se il bambino, oltre ai classici sintomi del raffreddore inizia a manifestare anche vomito, febbre alta, mal di testa e difficoltà respiratorie, consultate immediatamente un medico.

COME SI CURA IL RAFFREDDORE IN FRETTA?

Premesso che, come abbiamo detto, il raffreddore deve fare il suo corso ed è assolutamente controindicato provare a fare inutili forzature, possiamo accelerare la guarigione dei bambini con qualche piccola accortezza. In particolare:
  • Molto riposo. Mai come in questo caso, la prima medicina è il sonno
  • Tenere il bambino comunque coperto ed evitare sbalzi termici
  • Evitare che soffi il naso sempre nello stesso fazzoletto
  • Evitare che metta continuamente la mani in bocca o nel naso

PERCHÈ I BAMBINI PRENDONO SPESSO IL RAFFREDDORE?

I bambini prendono spesso il raffreddore, molto più spesso degli adulti. Come mai? La risposta è semplice. Prima dei 6-8 anni il bambino non ha ancora sviluppato un sistema immunitario in grado di proteggerlo in modo adeguato dai virus. Compreso quello del raffreddore. Le prime barriere difensive del bambino sono la pelle e le mucose, ma il sistema immunitario, per svilupparsi bene, ha bisogno del tempo necessario.
Share

<