Come prevenire il raffreddore - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Scansate il raffreddore con brodo, arance e spinaci. E non sprecate tanti soldi con medicinali inutili

Tutti i rimedi naturali per evitare naso chiuso e starnuti. In casa, lavate spesso le mani e pulite le stanze, specie quelle da letto. Se uscite, copritevi bene e magari vi spogliate se avete caldo. Un’ottima prevenzione è l’esercizio fisico

di Posted on

COME PREVENIRE IL RAFFREDDORE

Naso chiuso, starnuti, fastidi nella respirazione. E poi, se la situazione peggiora, febbre e dolori muscolari. Il raffreddore, affrontato nel modo giusto, è un malanno lieve che in genere si risolve in pochi giorni: non necessita assolutamente di cure con antibiotici e a volte non serve neppure acquistare quelle medicine che si presentano come “miracolose”, per il naso otturato o per la gola ingrossata. E invece alla fine dei conti non servono a nulla. 

LEGGI ANCHE: Raffreddore e naso chiuso, i rimedi naturali più efficaci, dai suffumigi alla giusta alimentazione

RIMEDI NATURALI PER PREVENIRE IL RAFFREDDORE

Ci sono infatti alcuni ottimi rimedi naturali che consentono di prevenire, e dunque evitare, questo tipo di malanni stagionali. A costo zero.

PER APPROFONDIRE: Febbre, come evitarla con accorgimenti naturali. Niente spifferi in casa, bevete molto e occhio ai vestiti

COME PREVENIRE IL RAFFREDDORE IN MODO NATURALE

Con l’aiuto di medici esperti abbiamo preparato per voi i più efficaci rimedi naturali.

  • Lavarsi le mani. Non cadete nell’ossessione di stare sempre davanti a un lavandino per insaponare le mani. Ma tenete conto che lavarle bene e spesso, durante l’inverno, è la prima regola di prevenzione contro il raffreddore. E funziona come un orologio.
  • Attenzione agli starnuti.  Tenete presente che le “flugge” veicolate da uno starnuto viaggiano alla velocità record di 150 chilometri all’ora. Razzi. Difficili da scansare, per esempio, quando si frequentano luoghi molto affollati, come un supermercato o un cinema. La soluzione più semplice, senza ossessioni, è una sola: stare a distanza da una persona colpita dal raffreddore.
  • Non sottovalutate l’acqua. È un bene primario, e molto prezioso anche per prevenire il raffreddore. Bisogna bere durante la giornata. L’acqua, infatti, elimina le tossine e reidrata, cosa necessaria specie dopo una sudata. Sulla quantità considerate un paio di litri di acqua al giorno, tenendo presente che, ovviamente, frutta e verdura contengono anche acqua.
  • La spremuta ogni mattina. Grazie alla potente azione della vitamina C la spremuta di agrumi la mattina, a temperatura ambiente, è un ottimo rimedio naturale per rafforzare le nostre difese immunitarie. Provate a prendere l’abitudine di berla tutto l’anno, magari alternandola con un centrifugato di carote. E una raccomandazione: spremete le arance al momento in cui le consumate. Un’alternativa alle arance è rappresentata da kiwi e ananas.
  • Frutta e verdura. Insieme, rappresentano la migliore forma di prevenzione alimentare contro raffreddore, febbre e influenza. Ottimi i broccoli, gli spinaci, i cavolfiori. Ma anche patate, zucche, carote e pomodori.  Evitate cotture troppo prolungate perché le vitamine sono idrosolubili, ed è ancora meglio se riuscite a consumare le verdure con un’aggiunta di limone. Frutta e verdura vi garantiscono l’apporto del betacarotene, fondamentale per tenere sana la mucosa delle vie respiratorie. E prevenire il raffreddore.
  • Pulire la casa. Anche qui niente esagerazioni, ma una cura particolare per l’inverno. Pulire la casa bene, specie le stanze da letto, significa allontanare i virus che possono vivere 8-12 ore su superfici dure.
  • Dormire, dormire, dormire. Il sonno resta sempre e comunque la prima medicina dell’uomo. E la regola vale anche per l’influenza: il tempo dipende dal nostro organismo e dal nostro metabolismo. Ma in generale, sette-ore ore di sonno rappresentano una buona media.
  • Brodo a tavola. Specialmente quello di gallina e poi quello di pollo. Molto caldo, la sera è particolarmente efficace: se volete, aggiungete qualche tortellino o pasta fatta in casa.
  • Miele al posto dello zucchero. Scegliete sempre il miele al posto dello zucchero. E per evitare l’influenza fatelo sciogliendolo in bevande, tè e cioccolata, molto calde. Efficacissimo.
  • Che fare ai primi sintomi. Se arrivano i primi sintomi del raffreddore, con qualche linea di febbre, tosse, stranuti e un senso si spossatezza, non sfidate la vostra salute. Prendetevi una giornata di riposo, passatela al caldo, utilizzate semmai l’aspirina la sera, e vedrete che in 24 ore tutto sarà passato.
  • Copritevi. Le stagioni di passaggio, dal grande caldo al grande freddo, sono quelle più rischiose per l’influenza. È meglio scegliere abiti adatti, e prendere atto che ormai l’estate è finita da tempo. Quindi bisogna coprirsi, e semmai spogliarsi se si ha una sensazione di eccessivo caldo.
  • No agli sbalzi temperatura.   Il raffreddore quasi sempre non arriva per il freddo eccessivo, ma per gli sbalzi di temperatura. Specie tra l’interno e l’esterno, tra la casa dove vivete e la strada che dovete fare per raggiungere il luogo di lavoro. Le escursioni termiche troppo rapide mettono sotto pressione il nostro sistema immunitario e aprono le porte al raffreddore. Per prevenirlo basta evitare questi cambiamenti di temperatura così veloci.
  • La ginnastica anche contro l’influenza. L’esercizio fisico è considerato da tutti i medici un’ottima forma di prevenzione per l’influenza. Non rinunciatevi per nessun motivo, e prendete l’abitudine a farlo con regolarità. Non vi pentirete.

I CONSIGLI GIUSTI PER EVITARE O CURARE BENE L’INFLUENZA:

Shares