Quando non usare la tachipirina - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Tachipirina: quando è inutile usarla

Per esempio contro l’artrosi, al contrario di quello che pensano in tanti, la tachipirina non serve a nulla. Lo scolpisce una ricerca scientifica pubblicata su Lancet. I casi in cui la tachipirina può essere utile e efficace

di Posted on

QUANDO NON USARE LA TACHIPIRINA

È uno dei farmaci più popolari, ma anche una fonte di inutili sprechi quando viene usato in modo inappropriato. La tachipirina, medicinale a base di paracetamolo, ha due funzioni importanti: antipiretico, per influenza e febbre, e analgesico, per mal di testa, nevralgie e mialgie. Non serve, per esempio, per l’artrosi, e ai bambini va data solo se la febbre è salita molto.

Un farmaco da banco, ma non per questo da utilizzare come un bicchiere di acqua. Un medicinale doppiamente efficace sia come antipiretico (per abbassare la febbre) sia come analgesico (contro i dolori da infiammazione). La tachipirina è uno dei medicinali che più sprechiamo, anche per il fatto che lo usiamo come se fosse un elisir contro qualsiasi malanno.  Anche quando non serve, o è inutile.

Quante volte, anche per un semplice malessere, abbiamo preso una tachipirina o abbiamo sentito qualcuno, magari mentre parla a una mamma che deve fare i conti con un figlio piccolo con la febbre alta, dire: «Dagli la tachipirina». Già, questo farmaco, la cui molecola è il paracetamolo, viene usato con troppa frequenza e semplicità. Da qui uno spreco di medicinali, con possibili effetti collaterali per la salute, e una spesa, è poco importante se sia pubblica o privata, del tutto inutile.

LEGGI ANCHE: Spreco di farmaci, ne gettiamo un kg a testa nel cestino

QUANDO NON PRENDERE LA TACHIPIRINA

Ecco i due casi più frequenti di spreco della tachipirina, ossia quando questo medicinale non serve davvero a nulla. Il primo riguarda proprio la febbre dei bambini. Tutti i pediatri ormai convergono sul fatto che la tachipirina va data ai bambini solo nel caso in cui la febbre sia altissima, oltre i 39 sul termometro. E perfino con una febbre a 39, potrebbe essere inutile. Ovvero, se il bambino è di buon umore, gioca, mangia e dorme regolarmente, allora anche con la febbre alta non è necessario usare la tachipirina. A meno che, ovviamente, non si vada oltre i 40. In ogni caso, per i bambini è indispensabile consultarsi con il pediatra e rispettare una posologia proporzionale al loro peso corporeo.

Ancora più grave e sprecone è l’uso di questo medicinale per curare l’artrosi. Una recente analisi pubblicata sulla rivista Lancet, la più autorevole e affidabile al mondo nel settore della Medicina, dice chiaramente che il paracetamolo, utilizzato per l’artrosi (e in particolare per la gonartrosi) è assolutamente inefficace. Vale zero, ai fini della terapia. Al massimo ha un effetto placebo: ed a questa sentenza su Lancet si arriva dopo che l’Università di Berna ha esaminato ben 74 studi sulla tachipirina applicata all’artrosi.

COME COMBATTERE L’ARTROSI

Al contrario, e con ben altra efficacia, contro l’artrosi, bisogna puntare su una buona prevenzione. Con tre regole fondamentali: non essere in sovrappeso, non fumare, non produrre anomalie di carico al ginocchio. Per esempio, giocando a calcetto dopo una certa età.

PER APPROFONDIRE: Spreco di medicinali, per evitarlo seguite 10 consigli. Dalla data di scadenza a come conservarli

QUANDO LA TACHIPIRINA È EFFICACE E UTILE

In realtà la tachipirina, sebbene sia un medicinale che non ha bisogno né di ricetta né di prescrizione, è adatto per le persone adulte, o per ragazzi che abbiamo compiuto almeno 15 anni. E qui scattano i suoi effetti per alleviare la febbre, o anche per contrastare un mal di testa o un torcicollo. In commercio, la tachipirina viene venduta in compresse (anche effervescenti), in gocce e in supposte: tante possibilità, a conferma dell’elevato uso di questo farmaco.

LEGGI ANCHE: OKi: a cosa serve, quando va preso, controindicazioni dell’antinfiammatorio

CONTROINDICAZIONI DELLA TACHIPIRINA

Sempre a proposito di un uso eccessivo e sprecone della tachipirina, è bene tenere presente che, per alcune persone e a prescindere dall’età, questo popolarissimo farmaco va evitato. In particolare: chiunque risulti ipersensibile al paracetamolo, chi soffre di allergie, di anemia emolitica o di insufficienza epatica.  E infine, diversi studi hanno dimostrato che la tachipirina in dosi molto elevate ed eccessive rischia di essere un medicinale che produce epatossicità, ovvero danni al fegato.

CHE DIFFERENZA C’È TRA LA TACHIPIRINA 500 E 1000?

Tra la tachipirina 500 e quella 1000 esiste una differenza sostanziale. La tachipirina 500 è un farmaco da banco, che si può acquistare anche senza una ricetta medica; la tachipirina 1000 invece è un medicinale per il quale è indispensabile la ricetta di un medico e se ne possono comprare 10 confezioni in sei mesi a partire dalla data di compilazione della ricetta. Infine, la tachipirina si può assumere anche a stomaco vuoto, ma non più di tre giorni consecutivi. E se dopo questo periodo di tempo non ha prodotto effetti, è indispensabile parlarne con il medico.

RIMEDI NATURALI PER DISTURBI MOLTO FREQUENTI:

  1. Febbre, come evitarla con accorgimenti naturali. Niente spifferi in casa, bevete molto e occhio ai vestiti
  2. Rimedi naturali per calmare la tosse: i consigli semplici tramandati dalle nonne
  3. Smettere di russare senza comprare medicinali. Con rimedi naturali come l’olio di timo e la menta piperita
Share

<