Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Il lettore ambulante, la storia di Simonetta che per lavoro diffonde libri ovunque

Un lavoro da diffondere, in tutta Italia: la storia di Simonetta, mantovana, che ha dato vita al blog “Lettore ambulante”. In questo modo cerca di far crescere i libri, ovunque, limitandosi a fare ciò che più ama: leggere e raccontare quanto sia bello farlo

di Posted on
Condivisioni

LETTORE AMBULANTE

Il suo lavoro? Leggere e diffondere la lettura. Senza sprecare nulla, e anzi afferrando al volo qualsiasi occasione utile per allargare un club purtroppo ancora troppo ristretto per un Paese civile, quello dei lettori di libri appunto. Simonetta Bitasi, mantovana, ha perfino creato un blog intitolato alla sua attività: “Lettore ambulante“. E con un’energia tutta al femminile, ogni giorno prova a scuotere l’albero dei potenziali, aiutando, con il proprio lavoro, comuni, scuole, circoli e associazioni culturali, per aumentare la diffusione trasversale dei libri.

LEGGI ANCHE: In Colombia un netturbino con la passione per la lettura ha salvato 20mila libri

PROMUOVERE LA LETTURA

Così, per esempio, promuove iniziative per favorire la lettura e contaminare questa passione e questo stile di vita; sceglie e acquista volumi per le biblioteche, sempre a corto di risorse e di personale; avanza, libri alla mano, nell’universo della scuola; si propone come consulente per le aziende. In questo modo leggere, negli anni, è diventato un vero e proprio lavoro che Simonetta fa con passione. E non si fa scappare proprio nulla: sul suo blog, infatti, si possono leggere le recensioni di libri che spesso non sono troppo pubblicizzati, perché pubblicati da piccole case editrici. “Essere pagata per leggere è un bel privilegio – spiega Simonetta sul suo blog – Ma anche una responsabilità” che l’autrice di questa stupenda iniziativa porta a termine, non solo sfogliando le pagine dei libri, ma anche “confrontandomi con i lettori e anche con i non lettori”. Il suo obiettivo è dare all’utente o all’aspirante tale una maggiore possibilità di scelta, mostrandogli la ricchezza e la varietà della produzione editoriale italiana. “Il mio posto – spiega – è tra il libro pubblicato e il lettore. E mi piacerebbe che questo lavoro di facilitatore potesse diventare una professione anche per altri, soprattutto per i più giovani”.

DIFFONDERE LA LETTURA

L’amore incondizionato di Simonetta per i libri è nato sin da piccola ma è esploso definitivamente dopo la laurea quando ha cominciato a lavorare in una libreria. A un certo punto, però, ha deciso di abbandonare il luogo d’elezione dei volumi per diffonderne la lettura in circoli culturali, bar e case private. Così incontra lettori e si impegna per far conoscere questa splendida attività ai bambini e non solo. Per cominciare ad apprezzare il fruscio dei fogli, infatti, non è mai troppo tardi: quaranta, cinquanta, sessant’anni, a tutte le età ci si può innamorare della lettura. Basta incontrare il libro giusto e magari un lettore ambulante che sia in grado di dare buoni consigli.

La foto di copertina è tratta dal blog Lettore ambulante

I LIBRI MIGLIORANO LA VITA. IN TUTTI I SENSI

Nel bar di Gianni niente videopoker: al loro posto è arrivata un’invasione di libri

Una bambina veneta di sette anni ha letto duecento dodici libri in un anno

Leggere rende felici, e salvare le piccole librerie è un dovere utile per tutti noi

“Leggere un libro è un gesto rivoluzionario” (Carlo Feltrinelli)