Questo sito contribuisce all'audience di

Benefici e vantaggi della lettura: aumenta l’empatia e migliora le nostre relazioni

Gli italiani leggono poco, troppo poco. Le librerie chiudono: più di 100 solo a Roma, negli ultimi dieci anni. Invece la scienza rilancia i vantaggi e i benefici della lettura, e avverte: con i libri di carta si ricordano più dettagli e si aumenta la creatività.

di Posted on
Condivisioni

BENEFICI DELLA LETTURA –

Rete o carta? Messa così la domanda, non ci sarebbe storia per azzeccare la risposta: tra i tanti cambiamenti radicali che la tecnologia ha prodotto nei nostri stili di vita, c’è anche quello relativo al rapporto con la lettura dei libri. Ma dopo la lunga stagione dell’enfasi della lettura digitale, si sta affacciando una sorta di ripensamento sull’importanza della carta, su quanto possa essere utile e perfino prezioso un ritorno, almeno parziale, alla lettura dei libri cartacei, e non attraverso i dispositivi elettronici. Per esempio, alcuni studi scientifici dimostrano che leggendo un libro su carta, e non in versione digitale, si ricorda meglio e si ricordano più dettagli. Non solo: si favorisce l’astrazione del pensiero, e quindi la creatività e la fantasia.

VANTAGGI DELLA LETTURA –

Il recupero, ovviamente parziale, dei libri di carta aiuta in generale anche a valutare meglio i benefici, sempre più sorprendenti della lettura. Quante volte, sin da quando siete bambini, vi hanno ripetuto l’importanza della lettura? Eppure la caduta sembra inarrestabile nonostante la scienza non faccia altro che ricordarci come i libri ci rendano migliori. In tutti i sensi. Le statistiche sulla lettura in Italia sono sempre più impietose: solo 4 cittadini su 10 hanno letto almeno un libro per motivi non scolastici o professionali e il 9 per cento della famiglie non ha alcun testo in casa. Non parliamo delle librerie: quelle indipendenti stanno scomparendo, e soltanto nella città di Roma si sono contate oltre 50 chiusure negli ultimi quattro anni, più di cento negli ultimi dieci.

LEGGI ANCHE: Gli italiani e la lettura, la nostra classe dirigente non tocca un libro

ASPETTI POSITIVI DELLA LETTURA –

Uno degli ultimi studi arriva dalla New School for Social Research di New York ed è firmato da un italiano, Emanuele Castano, che ha pubblicato i risultati sulla rivista Science. Che cosa ha scoperto Castano mettendo sotto osservazione gruppi di lettori divisi per fasce di età? La lettura dei libri aumenta l’empatia e la capacità di relazione con gli altri. Dunque, ci migliora.

PER APPROFONDIRE: La favola per bambini di un nostro lettore che insegna ai piccoli a non sprecare l’acqua

PERCHÉ LEGGERE FA BENE –

Non solo: è molto adatta per curare i disturbi dell’ansia e dell’umore e per imparare a convivere con alcune patologie croniche. In particolare l’effetto empatia e l’aumento della capacità di relazione con gli altri si dimostrano molto efficaci sui bambini che, attraverso il libro e la lettura, escono dal loro guscio, dalla tendenza ad isolarsi favorita dall’uso compulsivo di computer e cellulari. Gli studi di Castano sono ulteriori buoni motivi per non sprecare le opportunità che derivano dalla lettura e per ricordarci quanti benefici possiamo avere da un semplice libro che può perfino cambiarci, in meglio, la vita.

LE LETTURE AD ALTA VOCE PER I BAMBINI –

Per chi non avesse tempo tutti igiorni di leggere ai piccini la loro razione quotidiana di libri, la casa editrice Il Castoro sul suo canale youtube propone delle splendide letture ad alta voce, ottima alternativa alla voce di mamma e papà:

COME E PERCHÉ AMARE I LIBRI:

LEGGI ANCHE: