Questo sito contribuisce all'audience di

In Grecia c’è una libreria dedicata ai migranti che va in giro su “quattro ruote” (foto)

Si tratta di un minivan colorato equipaggiato con wi fi, corrente, tablet e oltre mille libri, che grazie all’impegno di un’organizzazione di volontari va in giro per i campi profughi nei dintorni di Atene per concedere il “lusso” della lettura a chi spesso non può permetterselo

di Posted on
Condivisioni

LIBRERIA PER MIGRANTI

Rendere la cultura accessibile a tutti è una missione difficile da realizzare. Spesso, infatti, non basta mettere a disposizione gratuitamente libri, spettacoli o lezioni, bisogna trovare il modo per andare incontro a chi non si può permettere questo “lusso”, facendogli letteralmente scoprire un mondo. Partendo da questo presupposto nel 2016 un gruppo di volontari hanno dato vita a Echo Refugee Library, un minivan colorato attrezzato come una vera e propria libreria itinerante, che va in giro per Atene, in Grecia, e nei vari campi profughi della zona per dare la possibilità di leggere ai rifugiati, che al momento non possono lasciare il Paese.

LEGGI ANCHE: Caccia all’immigrato, fermiamola smontando bugie parallele. Prima che sia troppo tardi (video)

LIBRERIA PER MIGRANTI 1

ECHO REFUGEE LIBRARY

L’importanza della lettura non risiede solo nella possibilità di apprendimento ma anche in quella ricreativa. Lasciarsi trasportare dalle pagine di un romanzo, infatti, in molte occasioni può aiutare anche ad affrontare con maggiore serenità situazioni estremamente difficili, come quelle ad esempio che vivono i migranti. Ragione per la quale questo progetto è particolarmente meritevole perché cerca, attraverso la cultura, di aprire un varco dentro il quale cominciare a costruire un’integrazione efficace. Per riuscirci i volontari hanno “caricato” il loro minivan con circa mille libri delle lingue più disparate: dall’inglese al greco, dall’arabo al francese, dal curdo all’italiano. Tutti i volumi sono entrati a far parte del progetto grazie alle donazioni fatte da benefattori di Grecia, Belgio, Gran Bretagna e Libano oppure acquistati con le offerte raccolte sul web.

LIBRERIA PER MIGRANTI 2

MINIVAN LIBRERIA GRECIA

L’idea del minivan libreria nasce subito dopo la chiusura del confine della Macedonia ai migranti nel 2016 che ha impedito a oltre 50mila richiedenti asilo di lasciare la Grecia. Equipaggiato di wi fi, corrente, tablet e libri, il minivan è diventato realtà grazie all’impegno di Echo (education community hope opportunity), un’organizzazione dedicata a promuovere iniziative educative nei campi rifugiati che è riuscita a dare vita a “uno spazio per lavorare verso un futuro che non può aspettare”. Anzi, al quale bisogna andare incontro: la libreria itinerante, infatti, ogni settimana fa la spola tra i vari campi profughi nei dintorni di Atene e alcuni dei quartieri della capitale, dove alcune abitazioni sono state destinate ai rifugiati.

LIBRERIA PER MIGRANTI3

 

Le foto sono tratte dalla pagina Facebook di Echo Refugee Library

QUANDO L’INTEGRAZIONE FUNZIONA

Bolzano, nell’Orto Salewa i migranti si integrano imparando la coltivazione biologica

Migranti pasticceri, il progetto che aiuta ragazzi con fragilità psicologica e disturbi alimentari

Funky Tomato, il pomodoro che ferma il caporalato e fa lavorare i migranti (foto e video)

Fattoria didattica solidale, a Ozzano i rifugiati mungono il latte e aiutano la comunità