Questo sito contribuisce all'audience di

L’importanza della donna nella nostra vita. La storia di suor Mariana, simbolo di una festa

Il volto macchiato di sangue, lei seduta per terra, pronta a riprendere con coraggio la fatica della vita quotidiana: suor Mariana, miracolosamente scampata al terremoto del 24 agosto scorso, è il simbolo della Festa delle donne. Intanto ogni giorno in Italia ci sono 76 violenza contro le donne.

di Posted on
Condivisioni

IMPORTANZA DELLA DONNA NELLA SOCIETÁ –

Voglio dedicare la Festa delle donne, 8 marzo, di tutte le donne, quelle che hanno scioperato e quelle che non lo hanno fatto, a suor Mariana. Il suo volto macchiato di sangue, lei stesa a terra, con il suo umile abbigliamento, ma lucida e pronta a riprendere la vita, la fatica della vita quotidiana, è diventata l’immagine-simbolo del terremoto che ha devastato il Centro Italia nell’agosto scorso. La monaca è viva per miracolo: il suo convento delle Ancelle del Signore di Amatrice è completamente crollato, e quella scossa ha ucciso tre suore come Mariana. Lei, un attimo dopo avere capito di essere salva per miracolo, è già pronta, attivissima, a ripartire, a ricominciare.

LEGGI ANCHE: Occupazione femminile, al Sud lavorano soltanto 3 donne su 10. La metà del Nord

IMPORTANZA DELLA DONNA –

Perché suor Mariana come dedica della Festa delle donne? Per il fatto che con quella immagine, con la sua forza, ci dimostra, più di qualsiasi slogan e proclamo, quanta determinazione, quanta energia, quanto amore e quanto impegno esprimono oggi, più di ieri, le donne. E quanto tutto ciò lo sprechiamo, noi maschietti tendenti all’arroganza e al possesso più che alla vera condivisione, e un intero Paese che continua a non fare le cose, poche ed essenziali, che davvero servono per ridurre la vergognosa discriminazione ai danni delle donne. Parlo di asili, parlo di sostegno al lavoro, parlo di servizi concreti, che in tutto il mondo civile ci sono e sono ben finanziati, in grado di creare le condizioni affinché le donne possano davvero lavorare, e fare carriera, in uno stato di assoluta parità rispetto agli uomini. Mentre oggi guadagnano meno e lavorano di più degli uomini. Trascinando questa assurda disparità anche negli assegni della pensione.

RUOLO DELLA DONNA NELLA SOCIETÁ –

E a proposito di ciò che serve davvero alle donne, mi riferisco alla violenza cieca, sorda, che continuano a subire: 1.740 uccise in Italia negli ultimi 10 anni, 1.740 martiri dell’inciviltà di un Paese; quasi l’80 per cento assassinate in famiglia, il luogo dove l’amore della donna e la sua quotidiana fatica dovrebbe essere più riconosciuto e gratificato; 76 atti di violenza contro le donne, ogni giorno. Numeri che dovrebbero farci arrossire per la vergogna, anche per la totale impunità dei colpevoli di tanti, gravissimi reati ai danni delle donne, tanto che la Corte di diritti dell’uomo di Strasburgo ha appena condannato l’Italia per l’inerzia e l’inefficienza con le quali gli omicidi, e in generale la violenza, contro le donne, vengono perseguiti.

PER APPROFONDIRE: Violenza sulle donne, quasi 7 milioni le vittime. E solo retorica per fermare gli aggressori e aiutare donne e figli

CONDIZIONE DELLE DONNE IN ITALIA OGGI –

Suor Mariana è la risposta che arriva dalle donne tutti i giorni. È in campo, lei figlia dell’Albania che ci ha dato tanti immigrati, a occuparsi degli altri, a fare ciò che le donne fanno sempre e meglio di chiunque: seminare generosità. Suor Mariana mi piace tanto, la vorrei abbracciare e lo faccio con questo articolo, anche perché mi ricorda il valore delle suore ovunque nel mondo c’è un grido di disperazione, un aiuto da dare, una mano da stendere. Un tempo, lo ricordo bene quando mi capitava di andare in un ospedale anche solo per lavoro, erano le suore a dare umanità, assistenza e calore, a tutti i ricoverati. La loro eclissi, non è un caso, ha coinciso con il degrado e il peggioramento generale dell’assistenza sanitaria in Italia. E sono sempre loro, tante suor Mariana, che nonostante il declino delle vocazioni, riescono ancora a fare miracoli, pensiamo alle tantissime missionarie, in zone, in periferie del mondo e delle esistenze, dove lo spreco e lo scarto della vita è all’ordine del giorno. Suor Mariana è una donna autentica, con un grande cuore e un grande cervello, ed è giusto che sia lei il simbolo di una festa che le donne meritano di celebrare, non solo l’8 marzo. Ma tutti i giorni dell’anno.

QUELLO CHE SERVE DAVVERO ALLE DONNE: