Questo sito contribuisce all'audience di

Microcredito, a Catania tre donne aprono un ristorante vegan con i soldi della Caritas

Si chiamano Melita, Monia e Jeanne: due sono siciliane, l’altra è senegalese. Con i 25mila euro del prestito hanno avviato l’attività di un take away vegano e vegetariano.

Condivisioni

PRESTITO DELLA SPERANZA IMPRESE –

Tre donne coraggiose, a Catania, provano a cambiare vita ed a dare un esempio di sviluppo al femminile, grazie a un semplice prestito ricevuto dalla Caritas diocesana. Soldi che fanno parte del progetto Prestito della Speranza, uno strumento molto efficace di microcredito promosso dalla Cei in collaborazione con il gruppo Intesa San Paolo per l’avvio di nuove attività imprenditoriale.

LEGGI ANCHE: La storia di Roberta, a soli 17 anni ha deciso di vivere in montagna e produrre il formaggio

IL TAKE AWAY DI MELITA, MONIA E JEANNE –

Melita e Monia, catanesi, e Jeanne, senegalese, sono amiche da tempo e condividono la passione per la cucina vegetariana e vegana. Con i 25mila euro della Caritas hanno aperto un take away per promuovere in città i loro piatti.

Racconta Melita, ragazza madre, con una lunga esperienza di cuoca: «Quando ho saputo la notizia del prestito, quasi non volevo crederci. E ho pensato: devo coinvolgere le mie amiche, così ho proposto di aprire insieme la nuova attività a Monia e Jeanne. Vogliamo essere di esempio per altre donne, per dimostrare che anche partendo da situazioni difficili, si più cambiare vita. Grazie alla professionalità, alla passione ed a un pizzico di utopia».

(Fonte immagine: Caritas Catania)

PER APPROFONDIRE: Occupazione femminile, al Sud lavorano solo 3 donne su 10. La metà del Nord