Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

I nostri comportamenti: semplici eco-consigli per la casa, l’ufficio e il viaggio

di Posted on
Condivisioni

Le cifre del consumo energetico globale sono sconcertanti. Impressionano meno, perché difficilmente percepibili, i numeri legati al comportamento del singolo. Ma poiché molti gesti quotidiani, se replicati su larga scala, possono fare la differenza, accanto ai più noti «differenziare i rifiuti, spegnere le luci, preferire il treno all’aereo» è utile ricordare che:

– sostituire le vecchie finestre a un solo vetro con infissi a doppi vetri può ridurre della metà la perdita di energia; l’investimento sarà ampiamente ripagato sul lungo termine

– se posti vicino ai fornelli o al boiler, frigorifero e congelatore consumano molta più energia. Le serpentine vanno pulite con regolarità perché se impolverate possono sprecare anche il 30% di elettricità in più. La temperatura ideale del frigorifero è tra 1 e 4 gradi e del congelatore a -18 °C. Ogni grado al di sotto di queste temperature non ha alcun effetto sulla conservazione dei cibi, ma aumenta i consumi del 5% circa

– spegnendo il forno o i fornelli qualche minuto prima del termine della cottura, il calore residuo completa l’opera senza ulteriori sprechi. Pentole a pressione e a vapore fanno risparmiare circa il 70%

– i condizionatori sprecano grandi quantità di energia: un apparecchio medio funziona a 1000 W, provocando circa o,65 chili/ora di emissioni di CO2 con un costo orario di circa 0,10 euro. Alternative sono i ventilatori o l’uso più oculato dei condizionatori, scegliendo i modelli a maggior rendimento energetico

– fare la doccia richiede fino a quattro volte meno energia del bagno

– prima di andare in vacanza è opportuno staccare dalle prese tutti gli apparecchi: consumano energia anche in stand-by

– anche i vecchi occhiali sono riciclabili. Molti ottici fungono da punto di raccolta.

Alcune semplici eco-regole per l’ufficio
– non stampare inutilmente documenti

– riutilizzare i fogli come «brutta copia»

– portarsi da casa una tazza o un bicchiere in vetro: per chi consuma due tazze di tè al giorno, si evita di gettare circa 400 bicchieri di plastica all’anno.

Eco-consigli per chi viaggia
– se la pressione degli pneumatici è inferiore a 0,5 bar, l’automobile utilizza il 2,5% in più di carburante per superare la resistenza e quindi emette il 2,5% in più di CO2

– lasciare il portabagagli vuoto sul tetto della vettura aumenta le emissioni di CO2 di oltre il 10% a causa della resistenza all’aria e del maggiore peso: meglio rimuoverlo quando non serve

– quando l’auto è bollente, è meglio guidare per qualche minuto con il finestrino aperto, poi chiuderlo e accendere l’aria condizionata: si risparmia così il carburante necessario ad abbattere la temperatura iniziale.