Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Camminare in modo corretto: tra le migliori attività per tenersi in forma, a costo zero

Camminare fa bene al corpo e alla mente. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità bastano 10.000 passi al giorno, anche non continuativi, per migliorare la salute. L’importante è camminare in modo corretto, respirando con il diaframma e muovendo le braccia.

Condivisioni

COME CAMMINARE IN MODO CORRETTO –

La primavera è la stagione migliore per camminare all’aria aperta ma è necessario farlo in modo corretto. La camminata è una delle migliori attività per tenersi in forma ed è a costo zero. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di compiere almeno 10.000 passi al giorno, anche in maniera non continuativa, per migliorare la salute. Non dobbiamo necessariamente iscriverci in palestra oppure frequentare dei corsi a pagamento. Ville comunali e parchi cittadini sono luoghi ideali per una sana camminata ma per godere pienamente dei suoi benefici dobbiamo evitare determinati errori. Una postura sbagliata ci fa perdere l’armonia dell’andatura, vanificando i vantaggi della nostra attività. Nel mondo, i giapponesi sono il popolo con l’andatura più armonica ma anche noi possiamo camminare in modo corretto.

LEGGI ANCHE: Camminare a piedi scalzi, tutti i benefici e i vantaggi per la salute del corpo e della mente

COME CORRERE CON UNA POSTURA CORRETTA –

Quando camminiamo, senza accorgercene, commettiamo degli errori di postura che ci impediscono di farlo in modo corretto. Per evitare di sbagliare, è necessario fare attenzione ad una serie di atteggiamenti ed adottare delle sane abitudini. Iniziare ad adottare la postura giusta è un primo passo per trasformare la nostra camminata in un’attività che ci farà bene al corpo e alla mente. Per iniziare a camminare in modo corretto, sin da subito, possiamo seguire alcune regole:

  • Avere le mani libere. La regola d’oro per sfruttare tutti i vantaggi della camminata è avere le braccia libere, comprese le mani. Questo significa non camminare tenendo in mano borse, cellulari o altro. Una situazione quasi atipica per tanti di noi. Per questo, l’ideale è dedicarsi alla camminata, regolarmente, per mezz’ora tre o quattro volte al giorno, prima o dopo la scuola o il lavoro.
  • Muovere le braccia. Anche noi, un tempo, eravamo quadrupedi. Per questo le braccia vanno usate sempre. In questo modo le spalle e il bacino lavorano insieme e l’armonia della schiena non viene compromessa. Muovendo le braccia, invece, la schiena si mantiene dritta in modo naturale e non avvertiamo un senso di pesantezza.
  • Rimanere eretti. Se camminiamo proiettati in avanti, con le spalle che tendono a chiudersi in avanti, impediamo al bacino, collegato alla parte superiore del corpo dalla colonna vertebrale, di scaricare il suo movimento verso le spalle e viceversa. Per questo è necessario restare dritti passo dopo passo.
  • Respirare con il diaframma. Quando camminiamo, in genere, la respirazione avviene a livello toracico e non attiviamo il diaframma, il muscolo più grande che abbiamo. Se inspiriamo gonfiando la pancia, invece, la parte superiore del corpo si abbassa e liberiamo le spalle. Questo non solo ci consente di camminare in modo corretto, facendo meno fatica, ma ci aiuta a prevenire i fastidiosi dolori cervicali.

come-camminare-modo-corretto-postura (2)

PERCHÉ CAMMINARE FA BENE: