Postura corretta: perché è importante

Fondamentale per non avere dolori al collo e alla schiena. Posizioni sbagliate a lungo andare compromettono anche intestino e addome

proteggere la colonna vertebrale
Di fronte all’epidemia del mal di schiena c’è un dato che spiega molte cose: l’80 per cento delle persone che soffrono di lombalgia nel corso della loro vita, con un picco tra i 35 e i 45 anni, sono vittime dello stesso errore: la postura sbagliata. Abbinata, di solito, a stress, poca attività fisica e sovrappeso.

POSTURA CORRETTA

Il modo migliore per evitare i mal di schiena e le sue conseguenze è assumere la postura corretta. Molto spesso anche il mal testa è legato alla colonna vertebrale. Quando il tratto cervicale si infiamma, sono dolori e può capitare di avvertire sintomi come i giramenti di testa. Nella quotidianità sono tante le circostanze in cui possiamo avere dei traumi del tratto cervicale. Un colpo di frusta, un tamponamento automobilistico oppure una caduta sugli sci. Se il busto viene spinto in avanti a gran velocità, la nostra normale postura viene meno e perdiamo l’equilibro, a discapito della colonna vertebrale. Quindi, la testa resta indietro e il collo fa un movimento innaturale, simile a un’onda, che può avere delle conseguenze più o meno gravi. Episodi del genere possono capitare spesso ma in generale è sempre opportuno prendersi cura della propria colonna vertebrale a partire dalla corretta postura che assumiamo ogni giorno. Vediamo alcuni errori da non fare.

proteggere la colonna vertebrale

LEGGI ANCHE: Yoga, i benefici contro l’artrite e contro il terribile mal di schiena

POSTURA

Con il termine postura si indica la posizione del corpo umano nello spazio e la relazione tra le due diverse parti. Le possibili posture sono tre: in piedi, ovvero in stazione eretta; da seduto; in decubito, cioè supino, laterale o prono. La postura, che esprime anche il linguaggio del nostro corpo, è fondamentale per avere un buon equilibrio tra le diverse parti: da essa dipende non soltanto la possibilità di qualche patologia (come il classico mal di schiena) ma anche la tonicità, la forza e la resistenza dei muscoli.

COME AVERE UNA POSTURA CORRETTA

Se non vogliamo correre dei rischi per la nostra colonna vertebrale, andando incontro a cifosi, lordosi, scoliosi e altre patologie, dobbiamo ricordarci di mantenere una postura corretta nelle diverse situazioni della giornata.

Le piante dei piedi devono essere ben appoggiate a terra, la schiena dritta e le spalle verso il basso e all’indietro. Se incrociate le gambe (una cosa abbastanza frequente nelle donne) rischiate di ostacolare la circolazione sanguigna e soffrire, poi, di gonfiore e stanchezza.

  • In piedi. Le ginocchia devono essere leggermente flesse e il petto aperto. In questo modo favoriremo la respirazione e il nostro peso sarà correttamente equilibrato su entrambe le gambe.
  • Seduti. Chi lavora in ufficio, trascorre la maggior parte della giornata seduto. Una posizione che, in molti casi, può diventare rischiosa per la nostra colonna vertebrale. Per mantenere una postura corretta, dobbiamo tenere le piante dei piedi ben appoggiate a terra, la schiena dritta e le spalle verso il basso e all’indietro.
  • Camminata. Quando camminiamo, dobbiamo ricordarci di tenere il collo e la testa eretti, evitando di guardare a terra. La tendenza a inclinare il capo, infatti, è una delle cause dei dolori cervicali. Inoltre, bisogna toccare il pavimento prima con il tallone e poi con la punta del piede.
  • Alla guida. Anche quando siamo in macchina, dobbiamo stare attenti alla nostra colonna vertebrale. Non dobbiamo preoccuparci soltanto di evitare gli incidenti stradali ma dobbiamo prevenire quelli che possono interessare lo scheletro. Quindi, appoggiamo la schiena contro il sedile e la nuca sul poggiatesta. Inoltre, disponiamo il sedile in modo tale da arrivare ai pedali senza difficoltà evitando di spingere il busto in avanti durante la marcia.

proteggere la colonna vertebrale

PER APPROFONDIRE: Come guidare in maniera sicura in caso di pioggia, nebbia, neve e ghiaccio sulle strade

COME MIGLIORARE LA POSTURA

Mantenere la schiena dritta è fondamentale per la nostra salute. Non è sempre facile e scontato. Per questo, dobbiamo tenere presenti alcuni comportamenti che ci aiutano a rimanere eretti in ogni momento della giornata. Basta soltanto abituarsi, poi ne gioverà tutto l’organismo. Ecco alcuni consigli per cominciare:

  • Utilizzare nastro adesivo. Una buona abitudine è posizionare del nastro adesivo sulla schiena formando una X. Tenendo le spalle all’indietro, circondate con il nastro il girovita e le spalle.
  • Evitare i carichi. Evitate di sacrificare la vostra corretta postura, per caricarvi di troppe buste della spesa. Non ne vale la pena e potete fare danni alla vostra colonna vertebrale.
  • Il materasso giusto. Trascorriamo a letto buona parte del nostro tempo e questo incide sulla colonna vertebrale. Quindi, ricordiamoci di fare attenzione al materasso su cui riposiamo. Non deve essere troppo morbido e il cuscino non deve essere troppo alto. La posizione ideale per proteggere la colonna vertebrale mentre dormiamo è quella a pancia in su perché permette di mantenere le spalle e la schiena dritte. Se invece preferiamo dormire di lato, procuriamoci un cuscino da posizionare tra le gambe. In questo modo, eviteremo di curvarci durante il sonno.

POSTURA MIGLIORE

La migliore postura, comunque, è quella che si cambia spesso e ci consente di non stare sempre nella stessa posizione. Inoltre deve darci conforto e rilassatezza: se troppo rigida, per esempio, e obbligatoria, come se fossimo dei soldati sotto le armi, si può rivelare dannosa, anche se in apparenza corretta ed elegante.

POSTURA SCORRETTA CONSEGUENZE

Una postura scorretta nel tempo provoca sicuramente dolori cervicali e lombari. Ma possono esserci anche altre conseguenze, da non sottovalutare.
  • I muscoli addominali perdono forza ed elasticità.
  • Rachide cervicale e rachide lombare.
  • Alcuni organi interni possono vedere ridotta la loro funzionalità. A partire dall’intestino e dall’addome.
  • Reflusso gastroesofageo.
  • Stitichezza.
  • Acufeni o vertigini.

COLLO DA SMS

Una postura scorretta può nascere da un uso poco attento di cellulare e smartphone. Avete presente gli zombie che  circolano con il collo curvo sulla protesi elettronica per scrivere e leggere messaggi? Il chiropratica Dean Fishman ha coniato il termine “collo da sms” per classificare i danni cervicali dovuti allo stress del collo piegato troppo a lungo nella stessa posizione. Guardando verso il basso per smanettare. A conferma del fatto che il cellulare, come il computer, è importante leggerlo all’altezza degli occhi. Una testa pesa circa 4,5-5 chili in una posizione neutra, quando le orecchie sono sopra le spalle. Per ogni centimetro di inclinazione del collo in avanti, il peso è ovviamente identico, ma l’azione sul disco sia lombare sia cervicale diventa una leva che altera il carico percepito. Da una inclinazione più bassa, di 15 gradi, a una massima di 60 gradi, con un peso percepito che varia da 12 a 27 chili.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Clicca qui!

ALTRI MODI PER PROTEGGERE LA COLONNA VERTEBRALE:

 

KuBet
KUBet - Trò chơi đánh bài đỉnh cao trên hệ điều hành Android
Torna in alto