Questo sito contribuisce all'audience di

Gli spagnoli sono diventati più ricchi degli italiani. E di che cosa ci meravigliamo? Ecco le cause…

Il reddito pro-capite nel 2017 degli spagnoli è stato di 38.286 dollari. Gli italiani sono scesi a 38.140 dollari. E per resistere all’uragano della Grande Crisi si sono messi a fare gli affittacamere.

Gli spagnoli sono diventati più ricchi degli italiani. E di che cosa ci meravigliamo? Ecco le cause…
Spagnoli più ricchi degli italiani
di
Condivisioni

SPAGNOLI PIÙ RICCHI DEGLI ITALIANI

Gli spagnoli sono diventati più ricchi degli italiani. E allora? Di che cosa ci meravigliamo? La decadenza di un Paese, purtroppo, si misura anche attraverso l’arretramento nelle classifiche che misurano il reddito disponibile dei cittadini, i soldi che abbiamo in tasca. E da dieci anni la Spagna migliora, mentre l’Italia arretra: questa è la realtà.

LEGGI ANCHE: Aiuti alla frutta, così l’Italia si fa soffiare dalla Spagna i preziosi soldi europei

SPAGNA SUPERA ITALIA PER POTERE D’ACQUISTO PRO CAPITE

Iniziamo dal verdetto dei numeri. Ancora otto anni fa, gli italiani avevano più soldi disponibili, rispetto agli spagnoli, di circa il 10 per cento, una distanza di sicurezza che segnava la differente solidità dei due paesi. Adesso le parti si sono rovesciate. Nel 2017, secondo i dati del World Economic Outlook del Fondo monetario internazionale, il reddito pro-capite degli spagnoli è salito a 38.286 dollari, mentre quello degli italiani è leggermente sceso a 38.140 dollari. Il sorpasso è fatto. E secondo gli esperti del Fmi la situazione andrà sempre peggiorando nei prossimi anni, e le distanze tra Spagna e Italia si andranno ad allargare. A vantaggio degli spagnoli, ovviamente.

Che cosa è accaduto? Mentre la Spagna, nonostante mille difficoltà, si è risollevata, grazie a una nuova economia che, per esempio, non ha sprecato le sue potenzialità nel settore del turismo, l’Italia è ferma, bloccata, in strisciante decadenza. Un ceto politico imbelle, incapace e inconcludente, non fa altro che gridare allo scalpo delle riforme, come se bastasse pronunciare questa magica parola per sbloccare la situazione. Intanto, posti di lavoro nuovi e stabili se ne creano davvero pochi. I salari sono piatti, e senza soldi nessuno ha voglia di investire nel futuro e di riaccendere il desiderio dei consumi. La disoccupazione giovanile, specie nelle regioni meridionali, è a livelli record rispetto a tutti i paesi dell’Unione europea.

PER APPROFONDIRE: Il declino dell’Italia in tutte le classifiche internazionali raccontato in questo libro

COME USCIRE DALLA CRISI IN ITALIA

A questo punto, per resistere, gli italiani hanno fatto una cosa molto semplice: si sono trasformati in un popolo di rentier. Hanno messo a reddito i loro risparmi (circa 4mila miliardi di ricchezza finanziaria, non a caso in aumento nonostante la lunga crisi economica) e il loro patrimonio immobiliare. E via a fare gli affittacamere, ad aprire B&B ovunque sia possibile, a mettere in piedi una piccola attività di ricezione alberghiera. Tutto questo ha consentito a un popolo resiliente di resistere alla Grande Crisi, ma lo ha reso più povero. E gli spagnoli ci hanno superato.

STORIE DI DONNE E UOMINI CHE NON SI ARRENDONO:

  1. Nadia lotta contro l’epilessia coltivando la sua passione di sempre: la pallavolo (foto)
  2. Il lettore ambulante, la storia di Simonetta che per lavoro diffonde libri ovunque
  3. La storia di Mirella , 73 anni: muore la sorella e lei si dedica alle mense per poveri e senzatetto (foto)
  4. Avvocati di strada: da 17 anni accanto a chi è in difficoltà e alle persone senza dimora

Ultime Notizie: