Questo sito contribuisce all'audience di

Avvocati, medici, geometri: ecco i professionisti che aiutano i poveri regalando il proprio lavoro (foto)

L'associazione Avvocati di strada ha ormai 49 sedi in tutta Italia e ha già regalato consulenze legali per quasi 3 milioni di euro. A Milano una rete di medici che copre tutte le specializzazioni: sempre gratis. A Parma cohousing per padri separati

Condivisioni

AVVOCATI DI STRADA

Dentro ci sono avvocati, medici, psicologhi. Ma anche geometri e amministratori di condominio. Rappresentano un segmento molto specifico, e in forte crescita, dell’universo del volontariato: professionisti che mettono a disposizione dei poveri, e non solo, alcune ore di lavoro e innanzitutto le loro competenze. Senza presentare alcuna parcella. L’associazione Avvocati di strada, per esempio, è un network di 982 avvocati, penalisti e civilisti, che ogni anno assistono circa 3.800 persone per un valore di compensi non riscossi pari a 2,6 milioni di euro.

AVVOCATI DI STRADA IN ITALIA

«È un modo molto concreto e utile di aiutare il prossimo e di dare dignità al proprio lavoro, ricordandosi anche di chi non può permettersi alcuna forma di assistenza legale» dice Antonio Mumolo, presidente di Avvocati di strada. Tutte le persone che si rivolgono alle 49 sedi dell’associazione vivono in strada, e nel 70 per cento si tratta di immigrati regolari alle prese con problemi di documenti, di ricongiungimenti familiari, di sfruttamento del lavoro. 

LEGGI ANCHE: Banca delle visite, la piattaforma dove si possono donare cure a chi non se lo può permettere

COSA FANNO GLI AVVOCATI DI STRADA

Dietro gli avvocati ci sono i medici, pronti a dare una mano a qualcuno di quei 12 milioni di italiani che rinunciano a curarsi per motivi economici. Per loro qualsiasi visita e intervento, anche quelli molto costosi per i denti, diventano possibili. E ancora, tra i volontari dell’assistenza professionale compaiono alcune figure essenziali per dare un sostegno quotidiano a una fascia di uomini sospesi sul piano inclinato di un’emergenza molto diffusa: sono i padri separati, 800mila secondo i calcoli della Caritas, senza i mezzi per reggere il budget di una doppia famiglia.  Potenzialmente, se lasciati soli, condannati a diventare nuovi poveri. 

MASSIMILIANO ARENA, AVVOCATO DI STRADA A FOGGIA

Dopo anni trascorsi tra l’Africa e il Sud America in mezzo agli ultimi, Massimiliano, avvocato, ha deciso di fare ritorno nella sua terra, la Puglia, e di dedicarsi al diritto di difesa degli ultimi, coloro che non hanno nessuno. Così, nel 2005, ha aperto lo sportello “Avvocati di Strada di Foggia“che offre assistenza a senzatetto e immigrati.

Dalla sua esperienza è nato anche un libro: “Io, avvocato di strada”, edito da Baldini+Castoldi.

Nella foto: Massimiliano Arena

NICOLAS DESSYPRIS, DENTISTA SOCIALE A GENOVA

Nicolas Dessypris, greco, ha vissuto il fallimento e la crisi sociale del suo Paese, ha visto con i propri occhi la disperazione di chi non può permettersi neppure l’acquisto di un semplice farmaco e così ha deciso di aiutare i suoi pazienti in difficoltà, offrendo loro cure gratuite. Se un paziente ha bisogno di cure dentistiche particolarmente costose, come gli impianti e le protesi, si rivolge al suo studio e porta la sua denuncia dei redditi. A quel punto scatta il meccanismo del preventivo al ribasso. Chi guadagna meno di 6mila euro l’anno, paga la metà rispetto ai prezzi di listino delle varie cure. Chi non arriva a 10mila euro ha uno sconto del 40 per cento che diventa poi il 30 per cento per i redditi fino a 15mila euro.

Nell’immagine, Nicolas Dessypris

IO STO CON TE, A PARMA IL PROGETTO PER PADRI SEPARATI

A Parma, una rete di associazioni, con la collaborazione del Comune, ha dato vita al progetto “Io sto con te“, una forma di sostegno molto utile per i padri separati basata sul cohousing, un modo per consentire a chi è in difficoltà di condividere una nuova casa e una nuova vita. Secondo i dati diffusi da Caritas, sono 4milioni i papà separati e di questi, ben 800mila vivono in stato di povertà.

Nella foto, Emiliano Zasa, coordinatore del progetto “Io sto con te”

ENZO LIMOSANO, IL CHIRURGO CHE A BARI CURA GRATIS I POVERI

Un medico coraggioso e generoso, Enzo Limosano, un parroco in prima linea per fornire aiuto a chi è in difficoltà, Padre Vito Dipinto, e un’associazione molto attiva sul fronte del volontariato, la Onlus Nikolaos, hanno dato vita, a Bari, a un piccolo miracolo: un centro medico a disposizione dei poveri, dove tutte le cure vengono effettuate gratuitamente.

IL POLIAMBULATORIO ANVER DI ROMA DOVE SI OFFRONO CURE GRATUITE

Si trova in via del Forte Tiburtino 110 ed è un ambulatorio aperto a tutti in cui, alle prestazioni a pagamento si affiancano quelle gratuite per le persone più svantaggiate. Un centro di eccellenza che conta una media di 5mila prestazioni annue, un team di 20 medici e un totale di oltre 15mila pazienti curati dal 1993 a oggi.

LE STORIE DI CHI HA SCELTO DI DEDICARE LA PROPRIA VITA AI POVERI: