Mappa dei sentieri italiani - Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Ammappalitalia: l’enciclopedia dei sentieri italiani, libera e gratuita, a cui tutti possono collaborare.

Unico requisito? La passone per il trekking. Più di 500 percorsi mappati, con l'obiettivo di creare una vera e propria cartina dell'Italia a piedi libera, gratuita e partecipata. Unendo tra loro mulattiere e cammini con fattorie biologiche, stazioni ferroviarie e poli museali

Condivisioni

Una mappa dei sentieri del trekking in tutto il paese, disegnata a più mani. Molte mani.
La Wikipedia dei cammini per percorrere l’Italia a piedi, un progetto collettivo che prevede la collaborazione di tutti i camminatori e le camminatrici che vogliano contribuire alla mappatura dei sentieri, le strade, i percorsi e le scorciatoie che facciano apprezzare, oltre alla natura e alle bellezze dei territori, il piacere del camminare. Più semplici, più difficili, verso il mare, in montagna. Placidi e calmi, o ripidi e pieni di bellezza, tutti però che facciano dire “ammappa l’Italia”.

LEGGI ANCHE: Donne che camminano insieme: appassionate di trekking unite per un turismo sostenibile ed emozionale

MAPPA DEI SENTIERI ITALIANI

Ed è proprio questo il nome della piattaforma di mappatura “social” dei sentieri del trekking, ospitata dal sito www.ammappalitalia.it e ideata da Marco Saverio Loperfido e Marina Vincenti. Un vero e proprio database open source, in cui ciascuno, con una procedura molto semplice, può inserire i percorsi che effettua abitualmente, conosce, oppure che ha intenzione di percorrere.

Al momento l’enciclopedia del trekking, in continuo aggiornamento,  conta quasi 500 percorsi componibili a piacimento,in modo da poter anche organizzare lunghi viaggi, pernottamenti, gite di più giorni a lunga percorrenza, partendo sempre dall’assunto che l’Italia sia percorribile a piedi nella sua interezza.

mappa dei sentieri italiani

La “mappa dell’Italia a piedi” funziona perché la community degli appassionati di trekking hanno voglia di condividere e mettere a disposizione di tutti la descrizione dei percorsi che ognuno di noi conosce.Condividendo sentieri, stradine, sterrati, mulattiere e scorciatoie non si fa altro che ingrossare il database dei percorsi, che a loro volta, permettono di organizzare anche trekking di più giorni per le campagne italiane e di passare da un paese all’altro senza necessariamente comprare libri di sentieristica.

PER APPROFONDIRE: Camminando sulla Via Francigena, l’associazione che aiuta a scoprire tutti i segreti del percorso

PROGETTO AMMAPPALITALIA

Un altro degli aspetti per cui il progetto Ammappalitalia è interessante è proprio quello della condivisione di cultura e sapere: si crea dal basso, a costo zero, in modo assolutamente democratico e collettivo.Si può essere tutti istruttori, raccontando i sentieri che si frequentano e che si sono già sperimentati, un vero e proprio  come anello di raccordo tra chi pratica trekking e gli amanti dei territori, o viceversa.

Mappare un territorio significa creare una rete di percorsi, partendo da una delle bellezze e delle ricchezze meno considerate ma presenti in gran numero: strade senza nome, collegamenti vari, tratturi, mulattiere, i cui nomi e la cui funzione rischiano di andare perduti se non tramandati.

I valori alla base di ammappalitalia sono la condivisione, la libertà, la gratuità e il concetto di scambio, di sharing, e le procedure per mappare un sentiero sono semplici: basta mandare una mail, e raccontare il sentiero. Come lo conosciamo, come lo abbiamo percorso, come vogliamo raccontarlo.

La cosa che però rende la piattaforma speciale è il fatto che la mappa interattiva dei percorsi non comprende solo strade e cammini, ma anche nodi di raccordo da visitare, come paesi,stazioni ferroviarie, siti archeologici, montagne,  fattorie appartenenti alla rete WWOOF Italia, associazione che mette in rete grandi e piccole realtà agricole biologiche disseminate sul territorio nazionale, accomunate dal credere in un’agricoltura naturale ed in uno stile di vita sostenibile.

(Immagine di copertina e a corredo del testo tratta dalla pagina Facebook di Ammappalitalia)

TURISMO A PIEDI O IN BICICLETTA: