Questo sito contribuisce all'audience di

Arvaia, la cooperativa di operai cassintegrati che scommettono sui campi e sul biologico

Nel suo video editoriale, il direttore Antonio Galdo ci racconta la storia di Arvaia, una cooperativa bolognese nata dall'impegno di pubblico e privati.

di
Condivisioni

ARVAIA COOPERATIVA -

Si definiscono cittadini, coltivatori, biologi. Sono gli autori di una vera e propria rivoluzione che ha dato vita alla cooperativa Arvaia. Tutto è cominciato nel 2013 con la concessione da parte dell’amministrazione comunale di alcuni ettari di terreno. Poi la voglia di mettersi in gioco e la passione per l’agricoltura biologica hanno fatto il resto e oggi la cooperativa bolognese coltiva più di 75 varietà di ortaggi e vanta più 300 soci.

ARVAIA BOLOGNA -

Cosa colpisce di quest’iniziativa? Innanzitutto la provenienza dei soci, in gran parte operai in cassa integrazione e persone desiderose di cambiare il proprio stile di vita. C’è poi il virtuoso connubio tra azioni della pubblica amministrazione e privati, che ha generato nuova economia sottraendo anche i terreni al rischio della speculazione.

QUANDO L’AGRICOLTURA CREA LAVORO

Devis Bonanni e l’ecovillaggio Pecoranera

OrtoGenuino, il progetto per la creazione di orti urbani a domicilio

Ibrahim Abouleish e la sua lotta per un’agricoltura che rispetta l’ambiente e offre lavoro

Orto solidale a Pordenone (video) offre lavoro a trenta famiglie

Agricoltura rosa: ormai un’azienda su tre è in mano a una donna. Record europeo

Agricoltura sostenibile e turismo: il tesoro sprecato che può salvare il Sud

Boom dell’agricoltura in Italia: un terzo delle nuove imprese sono di under 30

Agricoltura biologica, ormai vale 3,5 miliardi di euro. Un nuovo boom

   

LEGGI ANCHE:

Ultime Notizie: