Questo sito contribuisce all'audience di

Risparmio energetico a scuola, la scommessa del comune di Verona

Via libera al progetto che prevede l'installazione di una serie di strumenti di monitoraggio energetico negli edifici pubblici della città veneta

Condivisioni

A scuola si può imparare il risparmio energetico: è questa la scommessa del Comune di Verona che oggi in Giunta ha dato il via libera al progetto che prevede l’installazione di una serie di strumenti di monitoraggio energetico negli edifici pubblici della città veneta.
I dispositivi saranno messi a disposizione dall’azienda Acotel, un’azienda che punta sull’innovazione e che proprio in queste ore ha chiuso un accordo con un’amministrazione comunale decisa ad affrontare, in un periodo di crisi e di scarse risorse, il problema della bolletta energetica.

LEGGI ANCHE: Efficienza energetica: l’esempio di due piscine romane

Le strutture coinvolte in questa collaborazione a costo zero per le casse pubbliche saranno principalmente scuole, in un’ottica di spending review che coinvolga gli istituti didattici e anche per diffondere la cultura dello smart metering, cioè del risparmio energetico, attraverso la formazione degli studenti.

La sperimentazione frutto di questo accordo durerà un anno, con la possibilità di essere rinnovata e ampliata in base ai risultati raggiunti, per un progetto che potrebbe diventare un modello a livello nazionale. Le apparecchiature che Acotel metterà a disposizione del Comune scaligero sono gli Smart Meter, un oggetto che in futuro tutti avranno in casa.

PER SAPERNE DI PIU’: Smart meter, tecnologia intelligente contro gli sprechi

A cosa servono? A monitorare i consumi di energia, acqua e gas; evidenziare gli sprechi ed elaborare nuove strategie di sostenibilità ambientale. Lo Smart Meter più economico e più facile da usare, prodotto interamente in Italia da un’azienda italiana, è targato Acotel Net e sarà lanciato sul mercato a fine ottobre 2013. Una strategia innovativa, che guarda alle famiglie, alle piccole e medie aziende, alle pubbliche amministrazioni, per diffondere la cultura del risparmio energetico, con un servizio che per la prima volta si rivolge a quei soggetti fino ad oggi trascurati dai grandi player internazionali.

Come funziona lo Smart Meter di Acotel? A differenza degli altri dispositivi in commercio, questo prodotto si installa facilmente sui contatori di energia elettrica, acqua e gas, per la misurazione dettagliata dei consumi. I dati raccolti sono consultabili direttamente dal proprio computer e permettono di conoscere in tempo reale l’esatta quantità di energia utilizzata nelle diverse fasce orarie: questo consente di identificare i picchi di spesa ed elaborare una strategia per la riduzione dei costi e l’eliminazione degli sprechi.

PER APPROFONDIRE: Indebitamento delle famiglie, il convegno per uscirne