Questo sito contribuisce all'audience di

Scambi e baratto: una formula vincente di sostenibilità

Scambi e baratto: un nuovo modo per ridurre gli sprechi barattando oggetti che non si usano più. E' questa l'idea dell''associazione "Giornate dello scambio e del baratto Vicenza" che guida gli organizzatori delle giornate dello scambio e del baratto.

Condivisioni

MERCATINI DEL BARATTO VENETO Sin dall’età più giovane gli scambi rappresentano una forma per comunicare con l’altro: ci si scambiano figurine, giochi, poi crescendo i consigli, i numeri di telefono. Ma quando si accomunano scambio e ambiente cosa succede?

L’INIZIATIVA – L’associazione “Giornate dello scambio e del baratto Vicenza” ha trovato la sua formula vincente: “La vita è un bene comune, la sua qualità una scelta: comunicazione + azioni pratiche per l’ambiente e un futuro sostenibile”. Da settembre 2012 organizza appuntamenti di scambio e baratto nella provincia di Vicenza con l’obiettivo di condividere e scambiare, il più delle volte attraverso il dono, vestiti o piccoli oggetti (casalinghi, libri, giochi).

LEGGI ANCHE: Shbang, la community online dedicata al baratto di borse e scarpe

LO SCAMBIO E IL BARATTO PER DARE NUOVA VITA AGLI OGGETTI – Dietro al semplice gesto di scambiare qualcosa che magari non si usa più c’è un messaggio ben preciso. Si riciclano oggetti inutilizzati, si scambiano cose inutilizzate con altre più utili, si ridà vita ad oggetti mettendo un punto allo spreco. Questa è l’idea che guida gli organizzatori delle giornate dello scambio e del baratto. In questo modo si passa dal prevenire al ridurre lo spreco di oggetti che finiscono in cantina o peggio ancora nei secchi della spazzatura.

AUTOPRODUZIONE Oltre ai mercatini di scambio e baratto vengono organizzate anche attività legate al riciclo e all’autoproduzione per reinventare gli oggetti che non si usano più.

PER APPROFONDIRE: Ratatouille, l’app per scambiare il cibo in eccedenza con i propri vicini di casa

Il progetto è in concorso per l’edizione 2014 del Premio Non Sprecare. Per conoscere il bando e partecipare vai qui!

Se il progetto ti è piaciuto condividilo su Facebook, Twitter e G+!