Questo sito contribuisce all'audience di

L’aereo ecologico

di Posted on
Condivisioni

Ha un nome che fa sognare il nuovo aereo B787 Dreamliner della Boeing. Viene soprannominato l’aereo di plastica, ma si tratta di un gioiello della tecnologia composto per oltre il 50% da fibra di carbonio, per il 20% di alluminio, per il 15% di titanio e solo per il 10% di acciaio. Il primo esemplare, con qualche anno di ritardo, è stato consegnato alla compagnia aerea giapponese All Nippon Airways.  

 

La particolare composizione lo rende molto più leggero dei normali velivoli e ciò permette un notevole taglio sul consumo di carburante calcolato intorno al 20%. Ecco perché il jet della Boeing sarà anche “eco”.

 
 
La fibra di carbonio è stata utilizzata in modo consistente per la costruzione di aerei militari e jet privati, ma è la prima volta che viene utilizzata in larga misura su un aereo di linea privato. Alla costruzione del B787 hanno partecipato i maggiori produttori aeronautici mondiali, tra cui l’italiana Alenia Aeronautica del gruppo Finmeccanica. I motori invece sono fabbricati da Rolls Royce e General Elettric.

Fonte: Ecoseven