Pittura naturale fai da te - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Vernice naturale? Come farla in casa, senza solventi. Attenta all’ambiente e al portafoglio

Gli ingredienti sono molto semplici ed a basso costo: principalmente argilla, calce, acqua. Addirittura latte. Se avanza pittura, non sprecatela e conservatela, coperta di acqua, in un barattolo ben chiuso. Ideale per bambini e allergici, e completamente atossica

PITTURA NATURALE FAI DA TE

Se avete la passione per il bricolage  e desiderate rinfrecare le pareti in casa o nel vostro ufficio, sappiate che potete risparmiare con un pizzico di abilità, preparando da soli una pittura fai da te ed  evitando sprechi e spese per materiali e pittori. Preparando in casa la pittura naturale, poi, si possono evitare i solventi che di solito sono molto aggressivi e inquinanti.

pittura naturale fai da te

LEGGI ANCHE:Nel mantovano la vernice vegetale che nasce dagli scarti agricoli delle bucce di pomodoro (foto)

PITTURA NATURALE O PITTURA SINTETICA

Le pitture naturali si caratterizzano per l’utilizzo di materiali naturali e perlopiù atossici. La base delle vernici naturali è una resina, nella maggior parte dei casi la sandracca, estratta da un albero della specie Tetraclinis articulata, un parente lontano del ginepro.
I leganti utilizzati per la  pittura naturale sono soprattutto leganti organici come la cerca d’api, oli vegetali come l’olio di lino, la cellulosa o altre resine vegetali di origine fossile.

Le pitture sintetiche, invece, sono composte da resine riprodotte chimicamente, quali resine acriliche, viniliche e epossiliche, o poliuretaniche, che rilasciano componenti volatili molto dannosi per polmoni ed apparato respiratorio, potenzialmente cancerogeni e non adatti alle pareti interne proprio per l’elevata tossicità.

VANTAGGI PITTURA NATURALE

Oltre ad essere molto meno dannosa per la salute, vista l’assenza di ingredienti di sintesi chimica, i vantaggi di scegliere una vernice naturale sono anche e soprattutto ambientali.

Da questo punto di vista ci sono molte ragioni per cui scegliere una pittura naturale. Prima di tutto sono inodori e possono essere usate con le finestre chiuse, consentendo di soggiornare nell’ambiente riverniciato anche subito dopo l’applicazione. Hanno la stessa resa di una vernice chimica, coprendo in maniera netta e omogenea senza alcuna differenza e senza alcun problema di traspirazione. Addirittura la favoriscono, mantenendo un giusto equilibro del tasso di umidità e garantendo la salubrità della stanza.

Ancora: sono prive di sostanze volatili nocive ed irritanti, rendendole ideali per trattare le stanze dei bambini o dei soggetti allergici o asmatici.Infine, attraggono le polveri sottili, essendo quasi in grado di bonificare l’aria negli ambienti domestici.

COME PREPARARE IN CASA LA PITTURA NATURALE

Ecco il procedimento:

OCCORRENTE

  • 200 gr di argilla bianca
  • 200 gr di farina bianca tipo 00
  • 1,8 l  di acqua
  • 200 gr circa di pigmenti

PROCEDIMENTO

– Miscelate in un recipiente l’argilla bianca e il pigmento del colore che avete scelto. La quantità va dosata sulla base dell’intensità che volete dare alla vostra tinteggiatura.

– I pigmenti si possono acquistare in un qualsiasi ferramenta e sono composti da terre naturali, elementi vegetali o minerali.

– L’argilla invece serve a rinforzare la miscela e ha una funzione anti-fungina.

– Mettete sul fuoco 800 ml di acqua e la farina. E poi mescolate.

– Levate dal fuoco il composto prima dell’ebollizione. Vi ritroverete con qualcosa che assomiglia alla creta per i bambini.

Aggiungete mano a mano, la parte restante dell’acqua, amalgamandola fino ad avere una consistenza del preparato più liquida e senza grumi.

– Aggiungete anche la miscela di argilla e il pigmento.

– La pittura naturale a questo punto è pronta per essere usata.

PITTURA NATURALE A BASE DI CALCE

Esiste anche un’altra ricetta per preparare una pittura naturale ed ha un ingrediente apparentemente eccentrico: il latte. In realtà è un ottimo legante ed è caratterizzato da un’elevata viscosità. In più, è economico e si trova più o meno in tutte le case.

Ecco  gli ingredienti per la vernice al latte:

– 8 parti di latte scremato
– 1 parte di calce, purché si eviti la calce viva
– 2 parti di olio di lino
– ¼ parte di sale
– pigmento a piacere
– 1 limone

Come primo punto occorre ottenere del caglio, che sarà la base della nostra vernice. Lo otteniamo mettendo un po’ di latte, almeno 75 ml, a riposare in un luogo caldo e riparato, unitamente al succo di un limone spremuto.  A questo punto al caglio vanno aggiunti circa 75ml di  acqua calda, poi la calce, l’olio di lino e il pigmento che si desidera utilizzare.
Per dipingere circa 30 mq di superficie occorrono circa 255 g di caglio, 75 ml di acqua calda, 150 ml di gesso polverizzato e 75 ml di pigmenti colorati.  L’unica accortezza è non avere fretta: il gesso e i pigmenti vanno aggiunti poco a poco e mescolati molto bene per evitare i grumi.

COME CONSERVARE LE PITTURE NATURALI FAI DA TE

Se avanza pittura, non sprecatela e tantomeno gettatela nella spazzatura. Basterà metterla in un barattolo, da chiudere in modo ermetico, e ricoprirla di acqua. In questo modo potrà essere conservata per anni.

pittura naturale fai da te

IDEE PER LA CASA ZERO SPRECO:

 

Shares