Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Si torna all’ora solare: tutti i consigli per evitare spiacevoli “effetti collaterali”

Niente curry, paprika ed esercizio sportivo la sera, spostare la scrivania del lavoro dove c'è luce, adattarsi con gradualità: ecco come arrivare pronti al cambio dell'ora

di Posted on
Condivisioni

ora solare 2015 –

Spostare le lancette dell’orologio avanti o indietro di sessanta minuti per allinearsi alle disposizioni sull’ora legale è molto più che un gesto di routine che segna l’ingresso nell’inverno. Per molte persone, soprattutto quelle più abitudinarie e dai metabolismi e bioritmi più “lenti” può essere un vero shock. Vediamo come destreggiarsi al meglio in questa situazione, e abituare l’organismo ai nuovi ritmi senza uso di medicine o sovradosaggio di caffeina.

PER APPROFONDIRE: Dormire bene, le 10 regole per scegliere il cuscino giusto e non sprecare il sonno

SI CAMBIA ORA LEGALE –

Nella notte tra sabato 24 ottobre e domenica 25 ottobre c’è il cambio ora legale 2015, ovvero le lancette torneranno indietro di 60 minuti. Cerchiamo di evitare il jet lag autunnale in maniera naturale.

LEGGI ANCHE: I rischi che corriamo se non dormiamo bene o facciamo un uso eccessivo di sonniferi

EFFETTI ORA LEGALE –

C’è chi ha mal di testa, chi è stanco morto e chi è più malinconico e incline alla depressione per la mancanza di luce solare, mentre alcuni si ritrovano senza appetito: gli effetti ora legale possono prendere tutti alla sprovvista, e ognuno reagisce a modo suo. Perché se è vero che si dorme un’ora più, a fare le spese del ritorno all’ora solare è soprattutto il tramonto che arriva prima, con le giornate che diventano repentinamente più corte e rischiano di causarci stress e malinconia.

JET LAG ORA LEGALE –

Vediamo allora alcuni consigli per minimizzare gli effetti negativi:

  • iniziare andando a dormire 15 minuti più tardi del solito il venerdì e il sabato, così da permettere all’organismo di adattarsi con gradualità;
  • esporsi più decisamente alla luce naturale ma anche artificiale, ad esempio spostando la scrivania del lavoro vicino alla finestra o potenziando le luci artificiali in casa, per ripristinare l’equilibrio interno dell’organismo;
  • aiutatevi con i cibi: alleati in questa fase sono pane, pasta, riso, la lattuga, il radicchio, la zucca, le rape e i cavoli. Immancabile il latte caldo e la frutta zuccherina. La sera evitate cibi con curry, paprika ed eccessive quantità di sale: non favoriscono l’addormentamento;
  • non fare sport nelle ore serali, perché l’adrenalina prodotta non favorisce il riposo;