Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Incidenti domestici, 600mila bambini ogni anno al pronto soccorso. Come si possono evitare

Per i neonati: non riempite la culla di giocattoli, quando derme niente collanine e braccialetti. A distanza di sicurezza da forno e ferro da stiro. Spiegate come funzionano gli elettrodomestici

Condivisioni

INCIDENTI DOMESTICI BAMBINI

Quasi 600mila bambini, ogni anno, finiscono all’ospedale, in un pronto soccorso, per un incidente domestico. Una cifra davvero enorme. Talvolta è pura casualità, altre volte c’è di mezzo la nostra distrazione e anche qualche banale. I luoghi più a rischio, in particolare, sono la cucina e i bagni, dove il bambino può entrare in contatto con diversi oggetti ed è spinto dalla curiosità a fare mosse improvvide.

Ustioni, contusioni, fratture, ferite, avvelenamenti: ogni età ha il suo incidente domestico anche se la fase in cui i nostri figli corrono più rischi è quella che va dai primi mesi ai 6 anni.

COME DIFENDERE I BAMBINI DAGLI INCIDENTI DOMESTICI

Ecco quindi una serie di accorgimenti utili su come evitare eventuali incidenti domestici dei più piccoli:

  • CORICATE I NEONATI SEMPRE SUL DORSO. Se il bambino è un neonato, attenzione a quando lo mettete nella culla o nel lettino: collocatelo nella maniera corretta, sempre sul dorso e mai di fianco in modo da scongiurare il rischio di soffocamento a causa di un eventuale rigurgito.
  • MAI TROPPI GIOCATTOLI. Non riempite la culla di giocattoli e quando dorme non fategli indossare collanine, braccialetti o ciondoli.
  • NON LASCIATE SOLI I VOSTRI PICCOLI. Non lasciate mai il bimbo da solo sul piano di appoggio che utilizzate per cambiarlo né nella vasca del bagnetto, neanche per un solo istante.

PER SAPERNE DI PIÚ: Rispetto per l’ambiente e per il verde, ai bambini si insegna già in casa. A partire dai piccoli gesti

PREVENZIONE INCIDENTI DOMESTICI

  • ATTENZIONE AI BALCONI E ALLE FINESTRE. A mano a mano che il bambino cresce e inizia a camminare sorvegliatelo continuamente e non lasciatelo mai in una stanza dove vi è un balcone o una finestra aperta soprattutto se vi sono mobili o oggetti che consentono al piccolo di arrampicarsi.
  • OCCHIO AGLI SPIGOLI. Bloccate le aperture delle porte con un sistema di sicurezza e ricoprite gli spigoli dei mobili con dei paracolpi. Insegnate inoltre al bambino a non mettere mai le dita nelle fessure delle porte.
  • …E ALLE SCALE. Non lasciate mai che scenda da solo le scale senza il vostro aiuto almeno fino a quando non impara a tenersi in piedi in maniera autonoma.

 

LEGGI ANCHE:  Una casa più sana e sicura? Molta aria durante il giorno. Pochi prodotti chimici, e zero fumo

INCIDENTI DOMESTICI

  • EVITATE DI TENERE IN CASA OGGETTI TROPPO PICCOLI. Cercate di prestare la massima attenzione a quello che tocca e mette in bocca. Non lasciate assolutamente in giro monete, bottoni, caramelle, batterie, penne e altri oggetti di piccole dimensioni che potrebbe accidentalmente ingerire. Controllate anche i giochi facendo in modo che siano sempre in buone condizioni e certificati dal marchio CE:  le ingestioni di corpi estranei come ad esempio le parti piccole dei giocattoli con conseguenti rischi di soffocamento si verificano maggiormente  nei bimbi di età compresa tra 1 e 4 anni.
  • STESSA COSA PER LE INTOSSICAZIONI E GLI AVVELENAMENTI. Non dimenticate in giro le medicine o i prodotti per la casa e l’igiene personale.
  • ATTENZIONE ALLE USTIONI. Quando cucinate utilizzate i fornelli più interni e girate sempre il manico delle pentole verso il muro. Spiegate al bambino che se tocca la porta del forno può bruciarsi e non lasciate mai a portata di mano fiammiferi e o accendini.

PER APPROFONDIRE: Casa domotica, attenti a non trasformarla in un inferno di codici e videocamere

INCIDENTI IN CASA BAMBINI

  • TENETE LONTANO IL FERRO DA STIRO DAI PICCOLI. Ma anche dalle borse dell’acqua calda e dalle stufe utilizzate per il riscaldamento dei diversi ambienti della casa.
  • PRESTATE ATTENIONE A FORBICI E COLTELLI. Fino ai 14 anni sono frequenti anche le cadute con conseguenti traumi e contusioni e le ferite da taglio. Occhio quindi a dove lasciate forbici, coltelli, lamette, oggetti in vetro o in porcellana.
  • VALUTATE LA REAZIONE DEL BAMBINO ALL’INCIDENTE. Se quando cade subito dopo ride non è il caso di preoccuparsi troppo, stessa cosa se inizia a piangere e poi a un certo punto smette. Se, invece, il dolore non passa e il piccolo perde i sensi o vomita allora raggiungete immediatamente il pronto soccorso più vicino a voi.

POCHE MA ESSENZIALI REGOLE PER CRESCERE BENE UN BAMBINO:

  1. Come fare ginnastica con un bambino piccolo: per tornare in forma e rafforzare il legame con il piccolo
  2. Svezzamento, per abituare i bambini senza traumi, seguite questi cinque consigli
  3. Come scegliere lo sport giusto per i bambini, dal calcio al tennis, anche in base all’età (foto)
  4. L’età giusta per dare il cellulare ai bambini? Non certo 11 anni, come avviene oggi