Inquinamento da cicche di sigarette: la soluzione di Buckingham Palace - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Mozziconi a terra: la Regina d’Inghilterra assume il raccoglitore. E lo paga a peso d’oro

Anche a Londra lo stesso problema di Roma: strade, marciapiedi e giardini rovinati da cicche e gomme da masticare. Così Sua Maestà corre ai ripari con una nuova assunzione, e con uno stipendio di 18mila euro.

INQUINAMENTO DA CICCHE DI SIGARETTE – Non è un banale capriccio di Sua Maestà. Anche a Buckingham Palace hanno un problema: troppe cicche di sigarette e residui di chewing-gum gettati a terra. Materiale che sporca, inquina e avvelena i giardini e i suoli della residenza reale della Gran Bretagna. Proprio come avviene nelle nostre città, nelle nostre strade, a partire da Roma dove ogni giorno circa mezzo milione di mozziconi finiscono sui marciapiedi o nei giardini pubblici.

LEGGI ANCHE: Basta con i mozziconi di sigaretta per terra, teniamo le città pulite con l’esempio di Tel Aviv

INQUINAMENTO DA MOZZICONI E CHEWING GUM IN A BUCKINGHAM PALACE – Per risolvere il problema la regina Elisabetta ha scelto la soluzione più diretta: assumere nell’organico di Casa Reale, quasi 800 dipendenti, un raccoglitore di mozziconi e di gomme da masticare. Una sorta di spazzino dell’inciviltà degli ospiti. Pagato anche con un ottimo stipendio, in quanto il nuovo assunto riceverà uno stipendio di 16mila sterline (lorde) l’anno, pari a circa 18mila euro.

E gli incivili? Loro la fanno franca. Già, perché a creare il problema a Londra, oltre a qualche personaggio dell’establishment poco educato, ci sono le migliaia di turisti che, ogni giorno, accedono agli spazi visitabili del Palazzo reale inglese. Cafoni, più o meno come i romani maleducati.

PER APPROFONDIRE: La bella iniziativa di un pensionato siciliano per liberare la spiaggia dai mozziconi di sigarette

Shares