Questo sito contribuisce all'audience di

Come è verde questo party

di Posted on
Condivisioni

I nottambuli piu’ trendy d’America hanno fi nalmente trovato qualcosa in cui credere. Da sempre fucina delle ultime tendenze nel nightlife, New York ha lanciato una moda che profuma di svolta: a SoHo, il quartiere piu’ elettrico di Manhattan, e’ nata la Greenhouse, primo club interamente ecocompatibile della citta’, immediato rifugio di personaggi famosi e celebrity dello spettacolo che bazzicano nella Grande Mela (tra questi Al Gore ma anche Jodie Foster, Brad Pitt e gli U2, tra i tanti).

A dirla tutta, che Bono & Co. siano di casa qui non e’ strano, dal momento che le divise dello staff (rigorosamente ricavate da tessuti ecofriendly) sono un’idea di Ali Hewson, moglie del cantante della rock-band piu’ famosa del mondo. Ma tutto il locale e’ realizzato con materiali ecosostenibili e riciclati, per fornire quella che chiamano una green experience dell’ultima frontiera.

Dai cinquemila fanta smagor ici cristalli del soffitto che si muovono creando un effetto onda luminoso, ai pavimenti di bambu’; dai Led per le luci ai divani, alle sedie e ai tavoli: ogni elemento e’ ricavato da manufatti preesistenti (anche il vetro dei banconi e dei bicchieri da cocktail) o comunque fatto nel rispetto dell’ambiente, con l’obiettivo di miscelare new design con la nuova politica sull’ambiente in voga negli Usa da quando c’e’ Obama. Per non intaccare con altra anidride carbonica la skyline piu’ conosciuta d’America, anche la gestione del club e’ a impatto zero. Solo marketing festaiolo? Si vedra’, intanto la Greenhouse e’ il primo club certifi cato con il Leed, l’ambita attestazione di ecosostenibilita’ rilasciata dallo United States Green Buildings Council, il piu’ autorevole degli Stati Uniti.