Questo sito contribuisce alla audience di

Ecco Veluxlab, la prima casa a consumi zero in un campus universitario

Siamo al Politecnico di Milano alla Bovisa dove si sta sperimentando una modernissima casa che non spreca e non consuma energia. Ma semmai la vende. Intanto in Lombardia soltanto lo 0,8 per cento delle case è di classe A.

Ecco Veluxlab, la prima casa a consumi zero in un campus universitario
Veluxlab Polimi: il primo edificio a impatto zero all'interno del Politecnico di Milano
di

VELUXLAB POLIMI - Si chiama VELUXlab, ed è il primo edificio a impatto zero, senza cioè consumi energetici, inserito nel giardino di un campus universitario. È in funzione al Politecnico di Milano alla Bovisa e il suo nome nasce dal gruppo VELUX (leader nella costruzione di finestre per i tetti) che ha finanziato il progetto.

LEGGI ANCHE: Casa passiva, un modello abitativo per tagliare i consumi energetici ed eliminare gli sprechi

VELUXLAB, IL PRIMO EDIFICIO A IMPATTO ZERO - Grazie alla ventilazione naturale, all’uso di materiali e di tecnologie ispirate all’efficienza energetica, VELUXlab non solo non consuma energia, con una bolletta pari a zero, ma è in grado anche di produrne in eccedenza per metterla sul mercato.

L’edificio viene continuamente monitorato dal team di docenti del Politecnico, guidato dalla professoressa Manuela Grecchi, prorettore con delega all’Edilizia dell’università milanese. L’obiettivo è anche quello di dare un format alla nuova edilizia in Lombardia, dove l’efficienza energetica degli edifici è molto bassa. La metà delle case dei lombardi, infatti, risultano nella classe peggiore, la G, in termini di efficienza energetica, mentre soltanto lo 0,8 per cento è nella A e lo 0,13 per cento nella A+.

(Le immagini della gallery sono tratte da Domusweb.it)

E per saperne di più su VELUXlab non perdetevi questo video:

PER APPROFONDIRE: Tx Active, il cemento mangia smog in grado di depurare l’aria