Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

A Pesaro la “bicipolitana”, una metropolitana con linee riservate alle bici

La rossa, la gialla, la verde e l’arancione: in tutto 86 chilometri di rete che collegano i punti strategici della città con percorsi protetti e limiti di velocità per le auto a 30 all’ora. Così questa città marchigiana è diventata la regina dei comuni bike friendly. E non ne beneficiano solo la salute e l'ambiente ma anche l'economia

Condivisioni

BICIPOLITANA PESARO

Dalla metropolitana prende il nome. E il colore delle linee: gialla, rossa, verde e arancione. A Pesaro, la scelta degli amministratori locali a favore della bicicletta è stata molto radicale: una vera metropolitana, chiamata Bicipolitana, dove però tutte le linee sono riservate all’uso della bici. Un’iniziativa che, stando a quanto emerge dal primo rapporto sull’economia della bici in Italia realizzato da Legambiente con VeloLove e Grab+, ha fatto della città marchigiana la regina dei comuni più bike friendly del nostro Paese, insieme con Bolzano,

LEGGI ANCHE:Maratona in bicicletta: la sfida nel Parco dell’Etna immersi nella natura

PISTA CICLABILE PESARO

Questa speciale metropolitana è dotata di percorsi protetti, dove il limite massimo di velocità per le auto è di 30 chilometri all’ora, vige la precedenza assoluta su tutti i veicoli a motore, e ci sono collegamenti tra le diverse linee. Si tratta di una rete che ormai ha raggiunto i 86 chilometri di percorso, in grado di toccare tutti i punti strategici della città. L’amministrazione punta ad arrivare a 100 km in pochi anni, convinta che la Bicipolitana rappresenti non solo una grande infrastruttura di salute e ambientale ma anche economica. Ciclabilità infatti, ha spiegato il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci all’Adnkronos, “muove un’economia turistica: in molti scelgono proprio la nostra località rispetto ad altre perché ci sono infrastrutture di questo tipo per godersi la città e il tempo libero. E poi perché lungo questi tratti nascono tanti locali e attività economiche soprattutto di natura enogastronomica. Infine, anche perché si vendono più biciclette”.

PISTA CICLABILE VENEZIA-MESTRE

L’esperimento di Pesaro è molto interessante, forse il più innovativo in Italia in materia di nuova mobilità sostenibile. E anche a Venezia, per raggiungere Mestre e viceversa, sono stati messi in sicurezza otto itinerari ciclabili a rete, collegati l’uno all’altro, con un maxi-parcheggio per 830 posti all’ingresso della stazione. La speranza è che iniziative del genere divengano sempre più frequenti.

TUTTI I BENEFICI DELL’ANDARE IN BICICLETTA

Come spostarsi in bicicletta e perdere cinque chili in un anno. Tutto con poche mosse

“In bicicletta”, la canzone ironica e divertente di Paolo Serazzi per promuovere l’uso delle due ruote

Bimbi sulle due ruote: tutti i benefici della bicicletta

La bicicletta candidata al Nobel per la pace 2016: anche il Parlamento sostiene l’iniziativa di Caterpillar

Bici in inverno: tutti i consigli per abbigliamento, attrezzature e manutenzione

LEGGI ANCHE: