Questo sito contribuisce all'audience di

Social street Roma: in via Pavia il primo esempio della capitale di cittadinanza attiva

Quella di via Pavia è una delle prime social street nate a Roma e rappresenta un autentico laboratorio di "capitale sociale". Vediamo come funziona questo esempio di cittadiannza attiva.

Condivisioni

SOCIAL STREET ROMA – Nasce nella capitale la prima social street con un progetto di cittadinanza attiva portato avanti dalle famiglie dei residenti in via Pavia, strada situata nel quartiere Tiburtino e patrocinato dal comune di Roma. Questo esempio di cittadinanza attiva vede la luce grazie all’interessamento dei cittadini di via Pavia e dintorni che vogliono prendersi cura, in prima persona, delle aree verdi, dei beni pubblici e dei progetti di riqualificazione del quartiere.

LEGGI ANCHE: Via Fondazza, la social street di Bologna

“Quella di via Pavia è una delle prime social street nate a Roma e rappresenta un autenticosocial street via Pavia, Roma laboratorio di “capitale sociale”, un concetto su cui stiamo puntando molto come amministratori locali e che vogliamo applicare anche in altri settori come la scuola” – dichiara in una nota la consigliera comunale Valentina Grippo, la cui Commissione ha patrocinato l’evento insieme all’assessorato alla Scuola del II Municipio – “da una semplice conoscenza tra vicini di casa nata su Facebook, a via Pavia si è creata una piccola comunità di 88 persone che si vuole prendere cura dei beni pubblici, del decoro del quartiere, del ripristino del Circolo sportivo di via Como chiuso ormai da anni, aiutandosi reciprocamente e mettendo in comune il proprio tempo e le abilità di cui ogni residente è portatore.”

L’iniziativa è promossa da due realtà associative romane: la Social Street di Via Pavia e Vivacittà Comitato Genitori Piazza Bologna. “Abbiamo ideato ed organizzato questa iniziativa per dare corpo all’esigenza di vicinanza e solidarietà che sempre più caratterizza il vivere in città – dichiarano Laura Rizzo e Barbara Perversi, coordinatrici rispettivamente di Vivacittà Comitato Genitori Piazza Bologna e della Social Street dei residenti in via Pavia. “Scambiarsi libri e giocattoli in maniera libera e gratuita, è un modo diverso di conoscersi e di stare insieme, promuovendo la lettura ed insegnando ai bimbi l’importanza della condivisione.”

Per sapere se anche nella vostra città e in particolare nella zona in cui abitate i vostri vicini di casa si sono organizzati per creare una comunità potete consultare il sito Social Street Italia: troverete l’elenco delle città e delle vie coinvolte nel progetto.

social street via Pavia, Roma

PER APPROFONDIRE: Decoro urbano a Roma – cittadinanza attiva

LEGGI ANCHE: