Questo sito contribuisce all'audience di

Basta buste e volantini: la lotta agli sprechi del governatore Nicola Zingaretti

Il programma della regione Lazio per ridurre i rifiuti. Meno imballaggi e più vendite di prodotti sfusi, e largo all’uso dei prodotti locali. Un vero manifesto Non sprecare.

di Posted on
Condivisioni

REGIONE LAZIO AMBIENTE PROGETTI –

Bisogna riconoscere che Nicola Zingaretti, governatore del Lazio, sta provando sul serio a ridurre gli sprechi nella sua regione. A tutto campo. Ha iniziato con la lotta all’assurdo spreco di farmaci negli ospedali e nelle strutture sanitarie, adesso è sceso in campo con un manifesto per ridurre la produzione di rifiuti.

LEGGI ANCHE: Sacchetti biodegradabili, il 60 per cento sono falsi. E distruggono la differenziata

IL PROGRAMMA CONTRO GLI SPRECHI PROMOSSO DA NICOLA ZINGARETTI –

I punti essenziali di questo programma sono questi: abolizione di buste e volantini (che spesso intasano inutilmente le nostre cassette della posta), eliminazione dei sacchetti di plastica, diffusione del commercio alla spina (dai detersivi alle bevande calde) e uso dei prodotti locali. Sembra proprio un manifesto di azioni Non sprecare!

LA RACCOLTA DEI RIFIUTI NELLA REGIONE LAZIO –

Speriamo che si traducano in fatti, laddove il sistema della raccolta dei rifiuti in molti comuni del Lazio è ormai vicino al collasso. E speriamo che alle buone intenzioni, si aggiunga anche un premio per indurre i cittadini a seguire il programma antispreco. È molto semplice: basterebbe prevedere una diminuzione della tassa sui rifiuti, da anni in costante aumento mentre Roma è sempre più sporca, per chi, privato o esercente, dimostri di avere ridotto la produzione di immondizia e di fare bene la raccolta differenziata.

LA LOTTA AI RIFIUTI NEL COMUNE DI COAZZOLO –

Un modello da imitare arriva da Coazzolo, un piccolo comune dell’astigiano, dove appunto le tasse sulla spazzatura si pagano in proporzione ai rifiuti prodotti. Con il seguente risultato: ogni abitante di Coazzolo smaltisce 150 chili di rifiuti in un anno, rispetto ai 505 della media nazionale. Una bella differenza.

PER APPROFONDIRE: Doggy bag, perché non ridurre la tassa sui rifiuti ai ristoranti che evitano sprechi di cibo?

LEGGI ANCHE: