Questo sito contribuisce all'audience di

A Milano interi palazzi sono vuoti ma si continua a costruire

Dal centro alla periferia, Milano è una città piena di edifici vuoti eppure il cemento non si ferma. Sono tanti i nuovi quartieri la cui realizzazione è già stata ultimata così come sono tanti quelli in fase di costruzione.

Condivisioni

Anche Milano come tante altre città italiane è una metropoli in cui il mercato immobiliare è in forte crisi. Ma non solo: dal centro alla periferia, il capoluogo lombardo è pieno di immobili abbandonati. Eppure il cemento non si ferma: ai nuovi quartieri già terminati se ne affiancano molti altri ancora in fase di costruzione, da Santa Giulia a Porta Vittoria, da Citylife a Porta Nuova – Garibaldi.

LEGGI ANCHE: Comprare case all’asta conviene

Come possiamo vedere  nel video che abbiamo trovato sul Il Fatto Quotidiano, si tratta di tutta una serie di progetti già ideati da tempo e che porteranno sul mercato nuovi alloggi e nuovi uffici da vendere. Il tutto però senza che l’offerta corrisponda alla domanda. Senza contare che si tratta comunque di immobili il più delle volte di target elevato mentre invece oggi è più alta “la richiesta di acquisto per edilizia convenzionata e agevolata”, come spiega Ada Lucia De Cesaris, vicesindaco di Milano con delega all’Urbanistica.

PER SAPERNE DI PIU’: Casa emissioni zero, consumi minimi e niente sprechi

“E’ evidente che si è proceduto a mettere su metri cubi soprattutto di terziario senza avere un’indicazione precisa di quale fosse il bisogno della domanda”, aggiunge il presidente di Legambiente Lombardia Damiano Di Simine.

È per questo che è quindi fondamentale recuperare e riconvertire gli spazi abitativi sfitti come auspica invece Stefano Boeri, architetto ed ex assessore alla Cultura di Milano, secondo il quale “andrebbe fatto un patto con i grandi investitori: li si aiuti a concludere alcune operazioni, quelle che hanno un senso, e loro si convincano che oggi la città esprime domande diverse e va cambiata la tipologia delle grande costruzioni. Gli operatori vanno poi coinvolti in un’operazione diffusa di recupero degli spazi abbandonati”.

PER APPROFONDIRE: Fotovoltaico da balcone, dimezza consumi ed emissioni

LEGGI ANCHE: