Fotovoltaico da balcone | Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Fotovoltaico da balcone, come si realizza il mini impianto. Deve essere bi-direzionale per evitare sprechi in bolletta (foto)

Il prezzo "tutto compreso" non deve superare i 2mila euro. Attenzione alle detrazioni fiscali, che arrivano al 50 per cento della spesa. Come si riconoscono i migliori modelli

FOTOVOLTAICO DA BALCONE

Go green”, un auspicio per l’energia del presente e del futuro. Bisogna però stare attenti a non “finire al verde”, perché spesso le tecnologie green richiedono costi difficili da sostenere per i piccoli consumatori.

COS’È IL FOTOVOLTAICO DA BALCONE

Un buon compromesso tra un approccio energetico sostenibile e la volontà di risparmiare può essere rappresentato dal fotovoltaico da balcone: un mini-impianto facilmente installabile sui balconi, o pertinenze affini, delle residenze private.

LEGGI ANCHE: Pannelli solari, le migliori soluzioni per risparmiare. La soluzione domestica del progetto “chiavi in mano”

PANNELLI SOLARI DA BALCONE

La domanda di energia dei nuclei familiari italiani cresce anno dopo anno, diventa allora decisivo capire come risparmiare in bolletta, cercando di utilizzare le nuove tecnologie disponibili. In contesti abitativi che, nel nostro Paese, sono tipicamente multifamiliari. Del resto, forzando ma non troppo un noto adagio, gli italiani sono popolo di poeti, santi, navigatori e …condòmini.

RISPARMIO PANNELLI SOLARI DA BALCONE

Come sfruttare dunque al meglio il proprio balconcino per migliorare l’approvvigionamento energetico privato senza incorrere in frustranti limitazioni condominiali?

PANNELLO FOTOVOLTAICO PLUG&PLAY

Con un semplice pannello fotovoltaico di piccole dimensioni, plug&play (come amano definirlo gli anglofoni) vale a dire “connetti e utilizza”. Sì, perché basterà collegarlo alla rete domestica per usufruire di una potenza aggiuntiva in grado di arrivare a 1 kWp.

A patto però che, prima di metterlo in funzione, si richieda al proprio fornitore di abilitare il contatore di casa alla “bi-direzionalità”, in maniera tale che la produzione di energia del pannello non sia cumulata in bolletta a quella già erogata dal fornitore.

COME FUNZIONA IL FOTOVOLTAICO DA BALCONE

Il funzionamento del mini-impianto è quello classico dei pannelli solari: i fotoni di luce colpiscono le celle fotovoltaiche in silicio che compongono il pannello. Si genera così una reazione fisica in grado di produrre energia in corrente continua. Attraverso l’inverter, di cui il mini-dispositivo è dotato, la corrente continua viene convertita in corrente alternata, quella comunemente utilizzata negli edifici domestici e industriali.

PER APPROFONDIRE: Energia domestica, le mosse giuste per ridurre i consumi e azzerare tutti gli sprechi (foto)

VANTAGGI FOTOVOLTAICO DA BALCONE

Per ottimizzare l’impatto della luce solare, il pannello dovrà naturalmente essere orientato a sud, verificandone l’inclinazione ottimale, attraverso l’ausilio di un tecnico specializzato che le imprese produttrici mettono a disposizione.

È utile chiarire da subito un concetto fondamentale: il piccolo pannello non riuscirà a coprire il fabbisogno giornaliero di energia di un appartamento abitato da un nucleo familiare, ma rappresenterà un prezioso dispositivo di generazione e accumulo.

Ormai quasi tutti i modelli presenti sul mercato sono dotati di un supporto su quattro ruote che garantisce una comoda mobilità, con possibilità di spostamento a seconda delle specifiche esigenze.

COME FUNZIONA IL FOTOVOLTAICO DA BALCONE

Inoltre, ogni mini-impianto ha a disposizione delle batterie che consentono di utilizzare l’energia prodotta anche “in differita” (ad esempio nelle ore serali, in cui i consumi energetici domestici raggiungono generalmente il loro picco).

Un altro aspetto particolarmente impattante e interessante è rappresentato dal prezzo dell’impianto, che generalmente non supera i 2.000 euro. Con una cifra ragionevole quindi una famiglia potrà compiere un investimento utile a contribuire al soddisfacimento dei propri consumi. Case sempre più smart hanno bisogno di energia per garantire la connessione simultanea di dispositivi che interagiscono.

DETRAZIONI FISCALI FOTOVOLTAICO DA BALCONE

A beneficiare di questa tecnologia di supporto sarà, come detto, anche la bolletta, alleggerita dai costi per l’energia “surrogata” dal mini-impianto fotovoltaico (ricordando sempre la premilinare richiesta di bi-direzionalità). In più si potrà godere di detrazioni fiscali pari al 50% della spesa sostenuta, da far valere al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi.

Infine, possedere un pannello mobile vuol dire avere a disposizione un generatore di corrente elettrica impiegabile anche in vacanza. Facile da trasportare, il mini-impianto può infatti risultare utilissimo in campeggio e persino in barca. Per essere “sostenibili” anche fuori porta, dimenticando il tradizionale gruppo elettrogeno.

PANNELLI A FIORIERA

Oltre agli impianti mobili in senso stretto, in commercio sono rinvenibili diverse varietà di pannelli “a fioriera”, che possono essere appesi alle ringhiere, eliminando quindi l’ingombro sulla superficie calpestabile. Una soluzione questa, però, non sempre percorribile perché molto dipende dalla collocazione del balcone rispetto alla luce solare.

COME RISPARMIARE ENERGIA IN CASA:

  1. App per risparmiare energia in casa, monitorare e mantenere sotto controllo i consumi ed evitare sprechi
  2. Contatore intelligente, come funziona per ridurre sprechi e risparmiare con le bollette elettriche. Il sistema Open Meter informa sui consumi in tempo reale (foto)
  3. Come risparmiare sul riscaldamento regolando il termostato in maniera corretta
  4. Tre mosse per risparmiare con l’aspirapolvere: sceglietelo a vapore, non lasciatelo acceso e non spegnete a accendete di continuo (foto)
  5. Case passive, 5 bugie da smontare. Non è vero che si possono costruire solo in zone piene di sole. Ed è falso che le finestre devono restare chiuse (foto)
Shares
1 Comment