Questo sito contribuisce all'audience di

Fotovoltaico da balcone: dimezza consumi ed emissioni

Sul mercato fa il suo ingresso il primo sistema fotovoltaico da balcone, che riduce i consumi e anche i costi sulla bolletta

Condivisioni

Arriva sul mercato il primo fotovoltaico da balcone che dimezza i consumi e le emissioni. Pyppy – Energy for all grazie alle sue caratteristiche (è dotato di comode ruote) e dimensioni, permette a chi è impossibilitato ad installare un impianto fisso a tetto di dotarsi di un sistema per ricavare energia elettrica dalla luce del sole. Grazie alla facilità di spostamento e trasporto, consente di abbattere fino al 50 percento i costi di energia elettrica e le emissioni di CO2.

COS’E’ IL FOTOVOLTAICO DA BALCONE – Pyppy – Energy for all  è un pannello fotovoltaico dotato di quattro ruote, non necessita di autorizzazioni o allaccio alla rete elettrica e può essere posizionato su balconi, terrazzi o giardini di abitazioni residenziali e alimentare in sicurezza tutti gli elettrodomestici di uso comune come lampadine, televisori, frigoriferi o computer. Il sistema, ingegnerizzato per essere scalabile, ovvero potenziabile a seconda delle necessità, è stato pensato in versioni da 1.200 W/h e 2.400 W/h.

LEGGI ANCHE: Casa emissioni zero, consumi minimi e niente sprechi

Come spiega Antonio Fischetto, responsabile di Ri-Ambientando: “Pensiamo che il nostro sistema sia la soluzione più adatta per chi vuole risparmiare e tutelare l’ambiente” ha dichiarato. “Grazie alle sue peculiarità è un prodotto che viene incontro alle esigenze di chi fino ad ora non ha potuto dotarsi di un impianto fotovoltaico fisso. Abbiamo pensato a tutto, dal punto di vista tecnico attraverso la sua certificazione, a quello ergonomico e di design per renderlo semplice da trasportare e bello da vedere”.

PER APPROFONDIRE: Energia elettrica solo dai rifiuti riciclati a Prato dello Stelvio

COME FUNZIONA IL FOTOVOLTAICO DA BALCONE – Così come per tutti i pannelli fotovoltaici, l’energia solare viene convertita in energia elettrica dalle celle fotovoltaiche del pannello solare. Mediante un regolatore di carica e un inverter, questa energia viene poi immagazzinata nelle due batterie di accumulo da 100 Ampere. Basta una comune multipresa nel dispositivo per poter utilizzare la corrente prodotta. La versione base di Pyppy – Energy for all è di 1.200 Watt/h. Le case con necessità energetiche più elevate possono invece usufruire del dispositivo da 2.400 Watt/h.

PER SAPERNE DI PIU’: Tortoreto, risparmio energetico nel condominio a consumi zero

1 Comment