Questo sito contribuisce all'audience di

Il negozio in cui si fa la spesa gratis: il conto lo paga la pubblicità sui social network

Per poter ricevere gratis i prodotti, è necessario scattare una foto agli alimenti scelti e pubblicarla su Facebook, Twitter o Instagram con una descrizione e un giudizio.

di Posted on
Condivisioni

COME FARE LA SPESA GRATIS: IL NEGOZIO FREEMARKET A COPENAGHEN – In Danimarca, a Copenaghen, c’è un negozio in cui si compra senza pagare: il conto si paga pubblicizzando i prodotti scelti sui social network.

FREEMARKET – Si chiama Freemarket ed è una start up pensata da un gruppo di giovani danesi che, nel mese di agosto, sono finalmente riusciti ad avviare, nel quartiere Frederiksberg, la loro attività. Alla base dell’iniziativa lo slogan: “Prova prima di comprare”.

LEGGI ANCHE: La spesa al supermercato al tempo della crisi si fa gratis, le iniziative solidali in Italia e in Europa

COME FUNZIONA LA VENDITA DEI PRODOTTI PRESSO IL NEGOZIO FREEMARKET? – La regola fondamentale è quella di scattare una foto ai prodotti scelti e pubblicarla su Facebook, Twitter o Instagram con una descrizione e un giudizio. È possibile selezionare solo 10 prodotti al mese, uno diverso dall’altro.

È inoltre necessario registrarsi al sito web del negozio, inserire i propri dati personali e pagare un canone mensile irrisorio di circa 2,50 euro per sostenere le spese di mantenimento del locale: anche le aziende versano una quota per esporre i propri prodotti.

Una nuova forma di pubblicità dei prodotti in cui non è più l’azienda che cerca di convincere il consumatore ma è quest’ultimo che lo sceglie ed esprime il suo parere.

In questo modo, mentre il cliente risparmia sul costo di alcuni prodotti, l’azienda ottiene pubblicità, informazioni sul cliente e aumenta il numero dei potenziali acquirenti del suo prodotto.

PER APPROFONDIRE: Negli Stati Uniti il supermercato non sprecone dove si vendono solo cibi scaduti

Sono tanti i marchi che hanno già scelto di aderire al progetto e, in meno di un mese, i clienti sono passati da 5 a 10mila.

E il prossimo obiettivo è quello di esportare la novità dalla Danimarca alla Svezia, alla Finlandia e all’Inghilterra.

PER SAPERNE DI PIU’: Discount or die, ecco quando fare la spesa low cost conviene

LEGGI ANCHE: