Come evitare gli incidenti del sabato sera: la soluzione di alcune città europee - Non sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

Metro sempre funzionante: così alcune città europee combattono le stragi del sabato sera

A Berlino, mentre nel 2012 i morti sulle strade erano stati 42, nel 2013 il numero è sceso a 37: nel 1990 erano addirittura 226. Una cifra quella relativa al 2013 ben distante da quella registrata invece in Italia a Roma dove gli incidenti stradali hanno causato 101 morti nel 2013

Condivisioni

COME EVITARE GLI INCIDENTI DEL SABATO SERA –

Troppe volte, puntualmente la domenica, attraverso i tg e i giornali veniamo a conoscenza di terribili incidenti stradali in cui giovani e adulti perdono la vita. Eccesso di velocità, consumo di alcolici, colpi di sonno improvvisi, assunzione di droghe: sono tante le cause che possono portare a una guida sbagliata e pericolosa che, nella maggior parte dei casi, finisce per mettere in pericolo non solo la propria vita ma anche quella di chi causalmente in quel determinato momento percorre quello stesso tratto di strada.

LEGGI ANCHE: Vite sprecate, i pirati della strada hanno causato 700 morti. Ma nessuno paga

LA SOLUZIONE DI BERLINO PER LIMITARE INCIDENTI STRADALI –

Eppure sapete che Berlino è riuscita a ridurre notevolmente il numero di incidenti stradali incentivando il servizio di autobus, tram e metropolitane durante la notte? Un’operazione avviata nel 2006 in occasione dei Mondiali di calcio e poi proseguita, come leggiamo su Wired. Così mentre nel 2012 i morti sulle strade erano stati 42, nel 2013 il numero è sceso a 37: nel 1990 erano addirittura 226. Una cifra quella relativa al 2013 ben distante da quella registrata invece in Italia a Roma dove, nel 2013, gli incidenti stradali hanno causato 101 morti.

A BERLINO METROPOLITANA IN FUNZIONE 24 ORE SU 24 IL SABATO SERA –

Prevedendo un servizio di trasporto pubblico attivo 24 ore su 24 e con tempi di attesa durante la notte di massimo 15 minuti, i giovani berlinesi non hanno bisogno di prendere l’auto anzi possono condividere il viaggio di ritorno a casa dopo la serata in discoteca insieme ai propri amici e spostarsi così in piena tranquillità. Certo, non mancano gli eccessi tanto che si parla di vietare il trasporto con sé di bevande alcoliche in metropolitana ma si tratta comunque di danni di entità minore rispetto a quelli che si potrebbero avere se gli stessi giovani prendessero l’auto per tornare a casa.

PER SAPERNE DI PIU’: A Bolzano gli autobus che vanno a idrogeno verde

I TRASPORTI PUBBLICI NELLE ALTRE CITTÀ EUROPEE –

E succede così anche in altre città europee, ad esempio a Barcellona dove la metropolitana, durante il sabato fa orario continuato, il venerdì sera chiude alle 2 e la domenica a mezzanotte e a Vienna dove la metro rimane in funzione 24 ore su 24 sia il venerdì che il sabato.

Un modello di trasporto pubblico efficace che sicuramente apporterebbe cambiamenti importanti anche nelle nostre metropoli.

PER APPROFONDIRE: A Milano i dipendenti pagano i mezzi pubblici con un benefit offerto dall’azienda in cui lavorano

LEGGI ANCHE: