Questo sito contribuisce all'audience di

Gruner punk, il prezioso bollino tedesco che da quasi 30 anni indica chi deve smaltire

Lezioni tedesche: ecco la storia del gruner punkt. Un semplice bollino che indica chi si occupa della raccolta e dello smaltamento dei rifiuti. Insomma, chi fa che cosa. Le aziende che lo appongono, infatti, sanno che dopo aver venduto i loro prodotti dovranno preoccuparsi degli imballaggi attraverso l'istituzione di un sistema duale

Gruner punk, il prezioso bollino tedesco che da quasi 30 anni indica chi deve smaltire
di
Condivisioni

GRUNER PUNKT GERMANIA

Un simbolo per garantire ai consumatori che l’imballaggio del prodotto verrà smaltito dalla stessa azienda (o da una che ne riceve l’appalto) che lo ha fabbricato, in modo da istaurare un circolo virtuoso. Nato per dare forma a questo principio il logo del gruner punkt, il punto verde formato da due frecce, una chiara e una scura, che si attorcigliano in un cerchio perfetto, è diventato il manifesto di una vera e propria rivoluzione green iniziata 25 anni fa in Germania.

LEGGI ANCHE: Riciclo della plastica in Italia: bilancio positivo ma c’è ancora tanto da migliorare

Grune Punkt Germania

BOLLINO VERDE RICICLO

L’idea di questo simbolo nasce dalla fantasia di un grafico, l’amburghese Lars Oehlschlaeger, che nel 1991 venne adottato dall’allora ministro dell’Ambiente, Klaus Töpfer, per contribuire alla risoluzione del problema dello smaltimento dei rifiuti. Con questo bollino, infatti, il governo obbligava chi fabbricava gli imballaggi anche a provvedere a smaltirli. Facile a dirsi, più difficile a farsi. Inizialmente si era pensato di indurre i produttori a girare per le abitazioni dei clienti e raccogliere pacchi e buste o, al contrario, invitare i consumatori a riportare gli involucri utilizzati nei supermercati: un sistema impensabile, se si voleva puntare all’efficienza. Così venne l’idea di creare un nuovo protocollo, chiamato Sistema Duale. In questo modo una ditta privata avrebbe venduto ai produttori la licenza del punto verde da appiccicare sui prodotti, incaricandosi allo stesso tempo di smaltire i rifiuti. Pacchi, scatoli, buste con impresso il bollino delle due frecce intrecciate, che il grafico Oehlschlaeger aveva ripreso dal concetto cinese di Yin e Yang, venivano ritirati dal Sistema Duale ottenendo un primo risultato: i cittadini impararono in breve tempo la tecnica della separazione dei rifiuti. Da qualche anno il simbolo Punto Verde “Der Grüne Punkt” non è più obbligatorio sulle confezioni in Germania, ma molte aziende, vista l’efficacia del sistema, hanno optato per continuare ad apporre il bollino sulle confezioni per gli altri paesi europei.

Grune Punk2

AZIENDE RESPONSABILI DELLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI

Nel frattempo accanto al Duales System Deutschland GmbH (DSD) è nato un sistema di raccolta dei rifiuti privato, parallelo a quello pubblico, destinato a raccogliere e a smaltire i prodotti delle aziende aderenti. Così, negli anni, l’applicazione del “Punto Verde” è diventato un certificato di garanzia, tramite il quale il cliente finale sa che la confezione sarà raccolta e smaltita dalla Dsd.

Le foto sono tratte dalla pagina Facebook Der Grüne Punkt

QUANDO I RIFIUTI NON SI SPRECANO

Raccolta differenziata: tutto quello che c’è da sapere per procedere correttamente

“Differenziando”, il gioco da tavola per bambini sulla raccolta differenziata

Social network sulla sostenibilità: ecco la GreenApes app che premia i cittadini virtuosi

Come risparmiare con il riciclo, i comuni che premiano i cittadini. Meno tasse e più servizi

Ultime Notizie: