Questo sito contribuisce all'audience di

Consigli e regole antispreco con la cucina circolare

Spreco zero con questo nuovo approccio alimentare, che segue e utilizza tutti i prodotti vegetali dal seme al piatto. Gaia Arrigoni, terapista alimentare olistica, ci spiega come applicarlo in cucina

Consigli e regole antispreco con la cucina circolare
Cucina circolare
di
Condivisioni

CUCINA CIRCOLARE -

In cucina non si butta via nulla. È da questo presupposto che nasce e si sviluppa la filosofia portata avanti da oltre tre anni da La Cucina Verde. Si tratta di un’associazione culturale di Milano in cui si snodano sinergicamente diversi percorsi per la cura e il benessere dell’individuo.

“Abbiamo viaggiato tanto, dall’Africa all’India, dall’America alla Giamaica – spiega Gaia Arrigoni, terapista alimentare olistica fondatrice dell’associazione insieme a Paolo Velutti, chef alimentarista –. E più viaggiavamo più ci rendevamo conto che dovevamo cambiare qualcosa. Così dieci anni fa abbiamo deciso di stravolgere le nostre vite: ora siamo tornati in Italia, ma con un approccio decisamente diverso, soprattutto in cucina”.

CUCINA CIRCOLARE –

È in questo modo che è nato e si è sviluppato il concetto di cucina circolare: “È una cucina in cui non esiste lo spreco – spiega Arrigoni –. E che si abbina al concetto di alimentazione circolare, dove si chiude il cerchio, dal seme al piatto. So da dove proviene il prodotto e lo cucino: lo posso seguire quindi in ogni fase. Un elemento importante, perché mangiare bene è direttamente connesso a stare bene”.

Un approccio che mescola insegnamenti diversi: dalla cucina macrobiotica alla dietetica cinese, dalla cucina ayurvedica alle ricette fruttariane, ponendo sempre importanza sulla relazione tra cibo e corpo. Ecco perché si prediligono sempre prodotti freschi e biologici, di stagione e a km 0.

LEGGI ANCHE: Come riciclare gli avanzi di formaggio, 15 idee e ricette

CONSIGLI ANTISPRECO –

“Spesso le persone buttano via, pensando che non siano buone, parti di frutta e verdura che invece contengono sostanze e proprietà altamente benefiche – aggiunge l’esperta –. Come le bucce o i gambi, che sono ricchissimi di vitamine e minerali importanti per il nostro organismo”.

L’obiettivo della cucina circolare è quindi anche quello utilizzare il 100% del prodotto che la natura offre, senza buttarne nemmeno un pezzetto.

  • La zucca. La buccia si può fare al forno e mangiare insieme alla polpa, recuperando anche delle sostanze preziose e benefiche contenute in questa parte del prodotto. Se non vi piacesse, potete tagliare la buccia in fettine sottili e farne delle chips fritte o al forno. I semi, invece, si fanno seccare in modo da creare degli stuzzichini da gustare in ogni momento, oppure da utilizzare per dare ancora più gusto a insalate e torte.
  • Il porro. Molti utilizzano solo il gambo bianco, ma anche la parte verde è squisita e, soprattutto, ricca di sali minerali e clorofilla. Tagliatela a rondelle, immergete i pezzetti nella pastella e poi friggeteli Diventeranno degli anelli croccanti originali e buonissimi.
  • L’acqua di cottura dei legumi può essere lasciata raffreddare e poi utilizzata per innaffiare le piante. In particolare, quella dei ceci può essere utilizzata per fare delle meringhe o torte speciali.
  • I limoni sono molto versatili: il succo si può utilizzare per insaporire una torta, così come la buccia, che può servire anche per infusi e tè. Gli scarti potete utilizzarli per creare un ottimo detersivo per piatti.
  • Foglie di broccolo e cavolfiore. Come nel caso del porro, sono ricchissime di clorofilla e sali minerali. Fatene un infuso, lessandole, e poi recuperatele scottandole in padella.
  • Bucce di banana. Invece di buttarle utilizzatele per farne del compost da aggiungere al terriccio delle vostre piante di casa: cresceranno ancora più forti, sane e rigogliose.
  • Scarti vegetali. Con la parte rimanente di estratti o centrifugati, preparate delle polpettine dolci crude. In alternativa, potete aggiungerli all’impasto delle torte (specie quelle di mela), per renderle ancora più gustose. Qualunque prodotto vegetale avanzi, poi, si può utilizzare per fare dei burger veg, dei timballi o delle polpette.

LEGGI ANCHE: Riutilizzo rifiuti ed economia circolare a giacimenti urbani 2015

GIACIMENTI URBANI 2015 –

Gaia e Paolo saranno presenti con uno show cooking all’inaugurazione della terza edizione di Giacimenti Urbani, l’evento dedicato alla comprensione della ricchezza dietro ai rifiuti. L’appuntamento è per venerdì 27 novembre presso la Cascina Cuccagna (via Cuccagna, Milano) alle ore 17.

“Per l’occasione spiegheremo il concetto di circolarità in modo più ampio, perché deve diventare una filosofia, un modo di vedere – sottolinea la terapista alimentare –. Useremo la zucca, facendo vedere come si può utilizzare in tutte le sue parti, dalla buccia ai semi”.

Ultime Notizie: