Questo sito contribuisce all'audience di

Scuola: ecco le novità che ci aspettano tra i banchi a settembre

A Settembre, con l'avvio del nuovo anno scolastico, ecco le novità che attendono lavoratori e studenti al rientro dalle vacanze

Condivisioni

COSA CAMBIA NELLA SCUOLA A SETTEMBRE – Con l’avvio del nuovo anno scolastico la scuola subisce degli importanti cambiamenti. Il decreto, al vaglio degli organi competenti, verrà emanato a Settembre e contiene delle novità per il personale scolastico e per gli studenti. Vediamo cosa ci attende con il suono della campanella il 15 Settembre che darà inizio all’anno scolastico 2014/2015.

LEGGI ANCHE: Intervista al ministro Giannini

NOVITA’ SCUOLA 2014/2015 – L’esame di maturità, l’informatica, la geografia e la nuova carta d’identità delle scuole sono tra le riforme che vedremo a Settembre. Poi dovrebbe delinearsi un nuovo piano di assunzione docenti e personale di servizio e il potenziamento della rete di docenti di sostegno che vedono più di 3000 posti vacanti.

  • Esame di maturità: Si prospetta l’abolizione della tesina che verrà sostituita da progetti multimediali e mappe concettuali, una riforma anche nella presentazione che prevede una materia esposta in lingua e una quarta prova invalsi che va ad affiancarsi alla terza prova. Inoltre verrà dato maggiore risalto alle esperienze extrascolastiche lavorative e di volontariato sociale, attinenti al percorso di studio.
  • Nuovo P.O.F: Il Piano dell’Offerta Formativa (P.O.F) è la carta d’identità della scuola che ne dichiara finalità e obiettivi. Serve per presentare a genitori e studenti le attività curriculari ed extracurriculari che fanno parte di ogni singolo istituto secondo la legge dell’autonomia scolastica. Questo strumento verrà potenziato e ampliato.
  • Geografia: rientra come materia di studio la geografia che era stata abolita dalle precedenti riforme. Potrebbero avere uno sviluppo ulteriore anche la storia dell’arte e la musica.
  • Informatica e multimedialità: vanno in pensione le LIM (lavagne multimediali) e l’utilizzo dei tablet. La manutenzione onerosa delle prime e il velocissimo cambiamento delle tecnologie dei secondi, non può essere sostenuto nelle scuole. Al via, invece, le connessioni veloci e reti wirless.le novità della scuola previste per settembre

PER SAPERNE DI PIU’: Scuola – parla il ministro Giannini

LEGGI ANCHE: