Questo sito contribuisce all'audience di

COOKaBIKE, il cuoco in bicicletta da Aviano a Tallin

Michele Tomasini, friulano, 34 anni è un ex ingegnere meccanico che ha mollato il posto fisso per andare alla ricerca di nuovi stili di vita. Dal 16 luglio attraverserà l'Europa sulle due ruote cucinando per chi incontra nel suo tragitto.

di Posted on
Condivisioni

COOKaBIKE, LA STORIA. Questa è la storia di un cuoco che ha deciso di attraversare l’Europa in bicicletta alla ricerca di un nuovo stile di vita. Lui si chiama Michele Tomasini, ha 34 anni ed è friulano. Il 16 luglio si metterà in viaggio sulle due ruote partendo dal Friuli per arrivare fino in Estonia. Nel tragitto si fermerà a cucinare per tutte le persone che lo vorranno.

IL PENSIERO FORTE “Torniamo a parlare con qualcuno, e non solo a qualcuno attraverso la Rete” (Sherry Turkle)

NUOVI STILI DI VITA. Michele è un ex ingegnere meccanico, assunto a tempo indeterminato alla Fiat che, dopo essere stato per l’azienda a Torino, in Serbia, Cina e Brasile, lo scorso settembre ha deciso di cambiare vita. «Il 30 settembre 2013 è la data delle mie dimissioni, il giorno che compivo 34 anni. Ero felice di esserne fuori» racconta a Non sprecare «di ritorno in Italia, mi sono messo a pensare alle occupazioni che mi avrebbero potuto rendere felice». Per caso si imbatte in un annuncio online: indicava che di lì a poco sarebbero iniziate le iscrizioni per accedere ai test di ammissione a un corso professionale per diventare cuoco, riservato ai disoccupati.

LEGGI ANCHE  Vivere con lentezza, i 14 comandamenti

FARE COMUNITA’ E VIVERE CON LENTEZZA. Così Michele inizia il corso per diventare cuoco alla scuola alberghiera di Aviano, in provincia di Pordenone, che terminerà il 15 luglio. Il giorno successivo sarà già in sella alla sua bici, in viaggio verso il Nord Europa. «Attraverserò l’Austria, la Repubblica Ceca, la Polonia, la Lituania, la Lettonia e l’Estonia» spiega «è l’epoca dei social media e della comunicazione veloce, delle amicizie facili e dei “like” compulsivi. Con questi mezzi, che non avevo mai voluto sfruttare prima, entrerò nella vita di qualcun altro cercando di rallentarla e cercando di rallentare anche la mia, per poter arrivare il più tardi possibile alla meta».

PER SAPERNE DI PIU’ Viaggiare low cost, le regole del perfetto couchsurfer

VIAGGIARE A COSTO (QUASI) ZERO. «Farò sosta presso le persone che si trovano lungo il mio tragitto e che contattandomi mi chiederanno una lezione gratuita di cucina italiana, e se mi verrà offerta ospitalità sarà ben accetta» dice «ho una pagina FB dedicata al mio progetto. Molte persone sparse per l’Europa, anche lontane dal mio itinerario, mi hanno già invitato a passare da loro. Si sta spargendo la voce». Per seguire Michele, scoprire quali persone incontrerà nella sua strada, i piatti che cucinerà e se ha trovato la sua ricetta della felicità, potete seguirlo su ww.facebook.com/cookkabike

L’EDITORIALE Come ritrovare l’ottimismo e uscire dalla crisi: la “restanza”, virtù italiana

Foto Michele Tomasini, logo Emanuele Bertossi