Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Riqualificazione ambientale: il progetto del borgo che vuole rinascere senza sprecare risorse

Riprogettare in chiave sostenibile il piccolo paese di Ripe San Ginesio, in provincia di Macerata, per dargli nuova vita e renderlo più attrattivo per giovani e turisti. Ecco la ricetta del progetto QUI:Borgofuturo

Condivisioni

RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE –

Riqualificare in modo sostenibile il centro storico di un vecchio borgo italiano per trasformarlo in un paese intelligente ed efficiente, dove non ci sia nessun tipo di spreco di risorse. È il progetto QUI:Borgofuturo, che verrà presentato a Ripe San Ginesio, in provincia di Macerata il 4 e 5 luglio durante Borgofuturo, il festival della sostenibilità.

LEGGI ANCHE: Borgofuturo 2015, gli appuntamenti più interessanti

E proprio Ripe sarà il protagonista di questo macro-progetto. Già ora il paese è ad altissima vocazione ambientale: la raccolta differenziata da anni supera l’80% e l’impianto fotovoltaico produce più della metà del fabbisogno di energia elettrica delle utenze comunali. La scuola pubblica è ad alta efficienza energetica ed è dotata anche di pannelli solari che producono acqua calda per la palestra e per l’asilo nido. I lampioni delle strade sono a led e una vecchia cava è stata recuperata e trasformata in modo sostenibile in un teatro all’aperto.

L’EVENTO: Borgofuturo festival, l’edizione 2015

Ma c’è ancora molto da fare per raggiungere l’obiettivo principale dell’iniziativa, e cioè quello di ripopolare il paese in una logica di solidarietà e condivisione attraverso la riqualificazione del borgo. In questo modo si spera di far rinascere le attività economiche e di potenziare le strutture di accoglienza per diventare un punto di riferimento anche a livello turistico.

Al termine del progetto, Ripe ospiterà spazi di coworking, una residenza per anziani, un orto comunitario e svilupperà attività di promozione al dialogo intergenerazionale. Lì l’economia locale verrà sostenuta attraverso incubatori d’impresa per giovani imprenditori e il commercio verrà promosso anche attraverso dei temporary store dedicati. La Pinacoteca verrà potenziata, così come l’accoglienza sarà effettuata attraverso spazi diffusi di accoglienza.

L’INIZIATIVA SLOW FOOD: Terra Madre Giovani a Borgofuturo per lanciare “We feed the Planet”

Un risultato che gli organizzatori vogliono raggiungere seguendo due strade: da una parte puntare sulle risorse umane del territorio, dall’altra cominciare a collaborare con le realtà più virtuose che si sono avvicinate a Ripe San Ginesio proprio attraverso l’esperienza di Borgofuturo.
Il tutto dovrà avvenire in modo sostenibile, tenendo conto della geografia in cui il borgo si trova: gli interventi verranno effettuati nel rispetto dell’ambiente circostante, conservando gli habitat e rispettando la biodiversità, tutelando il suolo agricolo e le risorse idriche.