Questo sito contribuisce all'audience di

Borgofuturo festival, l’edizione 2015 a Ripe San Ginesio

Nel piccolo borgo medievale di 800 abitanti nel cuore delle Marche, un calendario ricco di appuntamenti alla presenza di oltre 10.000 persone in due giorni. Per riflettere sulla sostenibilità e sulle urgenze quotidiane del singolo cittadino

Condivisioni

BORGOFUTURO FESTIVAL –

Borgofuturo è il festival del borgo sostenibile, organizzato dal comune di Ripe San Gineso, in provincia di Macerata. Una delle principali fucine nazionali sullo sviluppo di una nuova cultura della sostenibilità, con idee e soluzioni da applicare alla dimensione del piccolo borgo. Due giorni di incontri tematici, spettacoli, tavole rotonde, proiezioni, laboratori e installazioni artistiche per immaginare una nuova dimensione per i piccoli centri urbani. Dal 2010 laboratorio permanente sui temi della sostenibilità, con un innovativo progetto di riqualificazione sostenibile degli spazi del centro storico.

LEGGI ANCHE: Terra Madre Giovani a Borgofuturo per lanciare “We feed the Planet”

IL BORGO MEDIEVALE –

Piccolo borgo medievale di 800 abitanti nel cuore delle Marche, ad alta vocazione ambientale. I suggestivi vicoli, la piazza, l’antica fonte, il teatrino, l’anfiteatro naturale e la campagna circostante fanno da sfondo a un calendario ricco di appuntamenti, alla presenza di oltre 10.000 persone in due giorni, assumendo durante il festival un significato altro, arricchito dalle esperienze e dagli incontri che ospitano.
Per riflettere sulla sostenibilità e sulle urgenze quotidiane del singolo cittadino, con ospiti di livello nazionale e internazionale. Il festival ha visto ospitato giornalisti come Oliviero Beha, Paolo Barnard e Giulietto Chiesa, e grandi pensatori della sostenibilità, come Maurizio Pallante, Don Franco Monterubbianesi e Francesco Gesualdi.

LEGGI ANCHE: Borgofuturo 2015, gli appuntamenti più interessanti

SPETTACOLI E INSTALLAZIONI –

Una vasta selezione di proposte musicali, teatrali e cinematografiche: a Borgofuturo si sono esibiti artisti come Nada, Bobo Rondelli, Riciclato Circo Musicale e Rein. Grazie alla collaborazione con il centro di formazione cinematografica Officine Mattòli e il gruppo teatrale Rebis sono stati presentati film e documentari a tema ambientale e spettacoli teatrali tematici.

LABORATORI –

Numerose le proposte laboratoriali, rivolte sia ai bambini, con forme ludiche per introdurli a temi come la manualità, il riuso, la riscoperta dei sapori, degli odori, dei suoni, sia agli adulti, con la riscoperta di vecchie e nuove attività artigianali: dalla lavorazione tradizionale dei materiali alla stampa 3D.

RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE: Il progetto di Ripe San Ginesio, il borgo che vuole rinascere senza sprecare risorse