Questo sito contribuisce all'audience di

Alitosi, eliminatela bevendo molto tè verde. E con l’igiene della bocca. Masticate prezzemolo fresco, qualche fogliolina di menta o di salvia

Un disturbo che colpisce, almeno una volta nella vita, il 90 per cento della popolazione. Chi ne soffre, è preferibile che eviti di bere caffè. Utilizzate collutori naturali: per esempio il bicarbonato

Condivisioni

RIMEDI NATURALI CONTRO ALITOSI

L’alitosi è un disturbo che indica un alito sgradevole e maleodorante. E’ molto diffuso, e colpisce, almeno una volta nella vita, il 90 per cento della popolazione. Il fenomeno è più frequente al mattino, per il fatto che durante la notte diminuisce la secrezione salivare, in cui è presente un vero antibiotico naturale in grado di prevenire le infezioni batteriche.

LEGGI ANCHE: Rimedi della nonna efficaci

CAUSE DELL’ALITOSI 

Molti pensano che l’odore dell’alito abbia una stretta relazione con il meccanismo della digestione, che se funziona male rende l’odore della nostra bocca cattivo. Nulla di più sbagliato. L’odore dell’alito in genere non ha alcuna relazione con la digestione, perché l’esofago comunica con il cavo faringeo solo al momento della deglutizione.

In realtà l’alitosi può essere prodotta da una scarsa igiene orale e dentale, dalla presenza di carie, dall’indigestione di alimenti molto particolari (per esempio cipolla e aglio), dal fumo e dall’alcol. Altre cause risiedono in disturbi legati proprio alla faringe: catarri, muco, gocciolatura del naso, raffreddore. L’alitosi cronica è una forma persistente e duratura del disturbo, generalmente causata da un’estesa infiammazione delle gengive.

SINTOMI DELL’ALITOSI

Il sintomo principale è univoco: un alito cattivo, che genera imbarazzo e anche fastidio per chi ci sta vicino. Un secondo sintomo molto diffuso è quello di una scarsa salivazione. A sua volta l’alitosi può essere il sintomo di malattie alle vie respiratorie, come la sinusite, oppure si verifica nel corso di malattie generali, come il diabete, a seguito dell’accumulo di particolari sostanze nel sangue.

COME PREVENIRE L’ALITOSI

La prevenzione dell’alitosi parte dall’igiene della bocca. Prima di rivolgersi al medico o al dentista, potete provare a mettere in atto una serie di strategie per cercare di risolvere in modo autonomo il problema. Come prima azione di prevenzione occorre una corretta igiene orale con colluttorio, filo interdentale, dentifricio e spazzola per la lingua.

  • Lavare i denti mattina e sera e ogni volta che si mangia qualcosa, per evitare l’annidamento dei batteri nel cavo orale, avendo cura di spazzolare per bene anche la lingua. Usate dentifrici arricchiti in fluoro per prevenire la formazione di carie, possibile causa di alitosi. Inoltre utilizzate il filo interdentale tutte le sere per migliorare la pulizia dei denti.
  • Andare dal dentista per un controllo almeno una volta l’anno ed effettuare una pulizia completa dei denti almeno due volte all’anno. Se avete dentiere o protesi dentarie bisogna disinfettarle spesso con prodotti appositi.
  • Non fumare. Non solo il fumo asciuga la bocca, ma la nicotina restringe i vasi sanguigni. Questa combinazione diminuisce il flusso della saliva, alterando il normale processo di funzionamento della bocca causando l’alito cattivo. Inoltre fumare macchia i denti, irrita le gengive e provoca infine la perdita del gusto. Ecco perché è importante smettere!
  • Non bere. Evitate il caffè e le bevande alcoliche: entrambe creano un ambiente adatto alla proliferazione dei batteri nella bocca, provocando di conseguenza l’alito cattivo. Disidratano le mucose favorendo ulteriormente il perdurare dei batteri. Un consumo eccessivo di alcolici causa inoltre una flessione delle difese immunitarie, rendendovi più esposti quindi a possibili infezioni.
  • Mangiare più frutta e verdura. Ricche di fibre, le verdure verdi aiutano a mantenere fresca e pulita la bocca. Inoltre creano un ambiente più alcalino che contrasta l’acido del corpo da cui deriva il fiato pesante La struttura di mele, sedano e carote è in grado di rimuovere il cibo che si infila tra i denti e strofina via i batteri. Ricco di acqua, il sedano può essere consumato in funzione disinfettante per la bocca.
  • Non saltare i pasti. Il digiuno prolungato infatti altera l’acidità del cavo orale e aumenta il metabolismo dei batteri che si trovano nei residui di cibo presenti in bocca.
  • Eliminare i cibi piccanti, l’aglio e la cipolla ed evitate gli zuccheri e i dolci.
  • Evitare cibi salati che rendono la salivazione scarsa e diminuire anche il consumo di carne.
  • Usare erbe e spezie. Masticate del prezzemolo fresco e ogni tanto qualche fogliolina di menta o di salvia. Sono piantine piccole che si possono coltivare facilmente anche in casa che, oltre ad aiutare nella prevenzione dell’alitosi, sono molto utili anche in cucina.
  • Bere il tè verde. Il tè contiene polifenoli che aiutano ad eliminare i composti sulfurei e a ridurre i batteri delle cavità orali. Favorisce inoltre l’idratazione della bocca. Per un risultato ideale bevete più tazze di al giorno, senza l’aggiunta di zucchero.alitosi: rimedi naturali

PER APPROFONDIRE: Rimedi naturali per curare l’acne del viso

COME CURARE L’ALITOSI

Ecco una serie di buone abitudini da tenere per evitare di avere un alito pesante.

  • Bere molto: l’acqua, infatti aiuta la corretta salivazione che è in grado di contrastare il problema e favorisce il corretto funzionamento del corpo. Acqua e saliva contribuiscono insieme a ripulire il cavo orale e i denti, facilitando la rimozione e l’allontanamento dei batteri. Nell’acqua si possono mettere delle fette di arancia amara e limone in estate e mandarino in inverno che hanno proprietà antisettiche.
  • Bere tisane a base di menta, eucalipto, finocchio e anice che regolano la digestione.
  • Assumere giornalmente salvia e rosmarino, che regolano l‘igiene della bocca grazie alle loro proprietà antibatteriche attraverso decotti, infusi o tisane.
  • Utilizzare collutori naturali a base di oli essenziali. In particolare gli oli essenziali di tea tre oil, menta piperita e limone hanno la maggiore efficacia contro i batteri dell’alito cattivo. Per l’olio essenziale di tea tre oil è consigliabile uno sciacquo quotidiano con 10-15 gocce sotto forma di lozione al 15% in mezzo bicchiere d’acqua. Anche l’olio essenziale di limone è un altro rimedio ideale, ottimo per le sue proprietà batteriche e disinfettanti.
  • Usate il bicarbonato. Lavare settimanalmente i denti con il bicarbonato aiuta a neutralizzare i batteri che causano l’alito cattivo. Versate una piccola quantità di bicarbonato sullo spazzolino, quindi usatelo come d’abitudine. Il bicarbonato è anche un ottimo collutorio naturale. Dissolvetene mezzo cucchiaio in un bicchiere grande d’acqua. Riempite la bocca con la soluzione detergente, senza inghiottire e fatela vorticare tra denti e gengive. Il bicarbonato inoltre neutralizza gli acidi che si accumulano sulla parte posteriore dei denti e sotto la lingua.

FANTASTICHE RICETTE A BASE DI MENTA E SALVIA:

 

LEGGI ANCHE: