La tragedia sulla A16: otto domande che devono avere una risposta | Non Sprecare
Questo sito contribuisce all'audience di

La tragedia sulla A16: otto domande che devono avere una risposta

Condivisioni

La tragedia dei 38 morti che viaggiavano sull’autobus finito in una scarpata dell’autostrada A16 presenta molti punti oscuri che andranno chiariti. Al più presto.

  1. Il pullman aveva una porta anteriore mancante e segni di tamponamento: dunque aveva già avuto, almeno un chilometro prima, un tamponamento. Qualcuno lo ha visto? E qualcuno ha tentato di fermarlo?
  2. L’autobus viaggiava a forte velocità e l’autista, che ha perso la vita, non sembrava in grado di controllarlo. Perché?
  3. Perché non ci sono segni di frenata sull’asfalto?
  4. Da quante ore viaggiava l’autista, senza interruzioni e senza riposo?
  5. L’autobus era stato ispezionato alcuni mesi fa. Da chi? E con quali risultati?
  6. Perché sul luogo dell’incidente non ha retto la barriera di contenimento?
  7. Nello stesso luogo della tragedia ci sono stati venti incidenti mortali negli ultimi tre anni. Come mai?
  8. Il percorso autostradale era in sicurezza?