Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.
[mc4wp_form id="5505"]
Questo sito contribuisce all'audience di

Filippo Nicosia, lo scrittore che ha inventato Pianissimo. Il furgone per diffondere libri in strada

Un vecchio autobus anni Settanta. Allestito come una libreria itinerante. E un bel libro, dal titolo "Pianissimo. Libri sulla strada", che ne racconta la storia

da Posted on
Condivisioni

PIANISSIMO LIBRI SULLA STRADA

Un furgone d’epoca carico di libri per bambini, che andava in giro per la Sicilia per far innamorare i più piccoli della lettura. Una missione che Filippo Nicosia, ideatore del progetto “Pianissimo libri sulla strada”, ha portato avanti con passione e dedizione prima di passare dall’altra della staccionata, diventando scrittore. Nel 2014, infatti, ci aveva raccontato come con l’equipaggiamento essenziale aveva dato vita a una missione ambiziosa: promuovere la lettura, leggendo brani ad alta voce nelle piazze siciliane.

LEGGI ANCHE: Distributore automatico di storie, quando la lettura diventa il migliore dei passatempo

LIBRO PIANISSIMO LIBRI SU STRADA

Da questa esperienza è nato un libro, “Pianissimo. Libri su strada“, edito da Terre di Mezzo, che ha permesso a Filippo Nicosia di raccontare questa fantastica esperienza. Tra le pagine del volume, infatti, rivive un viaggio costellato di incontri luminosi, che gli ha permesso di riscoprire una terra complessa, a tratti aspra, ma capace di regalargli un’accoglienza sorprendente. Una volta pubblicato questo libro, Filippo ci ha preso gusto e l’anno scorso è uscito con il suo primo romanzo, “Un’invincibile estate”, nel quale racconta la vita di un ragazzo d’oggi in una Sicilia magnifica e crudele. Un po’ come lui che tra le vie dell’Isola ha trovato la sua strada.

QUANTO FA BENE LEGGERE

Gruppo di lettura, si organizza anche in salotto. Massimo 15-20 persone. Per il piacere di leggere insieme

Leggere, leggere, leggere: anche per navigare meglio e senza rischi sul web

Leggere rende felici, e salvare le piccole librerie è un dovere utile per tutti noi

“Leggere un libro è un gesto rivoluzionario” (Carlo Feltrinelli)